Images

Ingegneria Gestionale

Il corso di laurea magistrale in ingegneria gestionale (LM-31) ha come obiettivo quello di preparare profili professionali capaci di prendere decisioni strategiche e tecnico-operative (in particolare deve essere in grado di: progettare e gestire modelli di business e strutture organizzative, progettare lo sviluppo di nuovi prodotti/servizi, attuare scelte finanziarie capaci di apportare lo sviluppo, eccetera) in modo tale da attuare la competitività di imprese e organizzazioni operanti in contesti caratterizzati da elevata innovazione, nonché da una marcata complessità tecnologica e di mercato. Il progetto del corso di studi si è sviluppato con l’obiettivo di formare un laureato preparato sia sul fronte tecnologico sia su quello economico-manageriale, basandosi sull’attuale corso di laurea triennale in ingegneria gestionale che è articolato in due indirizzi curriculari: quello economico e quello più spiccatamente orientato nei processi di produzione. Per tale motivo l’offerta del piano degli studi è stata strutturata attraverso un corretto equilibrio di insegnamenti legati alle aree tematiche della produzione industriale e delle sue molteplici derivazioni, permettendo di fornire al laureato specialistico di Ingegneria gestionale un bagaglio di conoscenze generali ma allo stesso tempo altamente specialistico sia nell’ambito economico-manageriale che nell’area dei sistemi di produzione con particolare attenzione alla gestione e al controllo dei processi altamente innovativi. Si è costruito quindi un progetto formativo basato sulle diverse esigenze espresse dal mercato e legate alla spinta del progresso tecnologico, dell’innovazione e della globalizzazione dell’economia.

Il corso di laurea è articolato su tre indirizzi:

  • Gestione dei processi industriali;
  • Sistemi Energetici;
  • Industria 4.0

Sbocchi occupazionali

Il Laureato magistrale in Ingegneria Gestionale è una figura destinata primariamente a lavorare presso aziende industriali private e pubbliche, aziende di servizi o di consulenza ed a svolgere la libera professione. Ha una formazione con un carattere di trasversalità eccezionalmente ampia che gli conferisce la capacità di apprezzare l'intero ventaglio delle problematiche tipiche delle aziende e perciò lo rende particolarmente adatto a raggiungere posizioni di tipo dirigenziale o imprenditoriale. Nella sua attività professionale potrà occuparsi di: progettazione avanzata ed integrata dei sistemi produttivi, gestione degli impianti e ottimizzazione delle risorse, organizzazione e gestione della produzione, logistica, approvvigionamento e gestione dei materiali, organizzazione aziendale, controllo di gestione, valutazione degli investimenti, gestione delle problematiche aziendali in campo ambientale e della sicurezza. In particolare sarà in grado di svolgere in azienda (come imprenditore, dirigente o consulente) il ruolo di innovatore delle tecnologie, delle forme organizzative, dei modelli di attività (business) e delle strategie, con l'obiettivo specifico di garantire nel lungo termine lo sviluppo e la crescita dell'azienda stessa.

Il corso consente di conseguire l'abilitazione alle seguenti professioni regolamentate:

  • ingegnere dell'informazione
  • ingegnere industriale


Il corso prepara alle Professioni (codice Istat) di:

  • Ingegneri industriali e gestionali - (2.2.1.7.0)

Αυτή η σελίδα δεν είναι διαθέσιμη στα ελληνικά.