Images

Che cos'è l'Università Telematica Internazionale UNINETTUNO

L'Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, istituita con decreto del 15 aprile 2005 dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, rilascia titoli accademici legalmente riconosciuti in Italia, in Europa e in alcuni paesi del Mediterraneo, relativi a lauree di primo livello, lauree specialistiche, dottorati di ricerca e master. Nell'Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, prestigiosi docenti di importanti Università del mondo insegnano negli spazi reali e virtuali di Internet in italiano, arabo, inglese e francese.
Un sogno diventato realtà: con UNINETTUNO puoi frequentare la tua Università ovunque tu sia, senza più limiti di spazio e di tempo.

La sua storia

Conferenza di Catania 3
UNINETTUNO nasce dal modello didattico del NETTUNO Network per l'Università Ovunque, un Consorzio di 43 Università italiane e straniere, con cui, dal 1992, migliaia di studenti si sono laureati a distanza tramite televisione e Internet. Molte di queste Università oggi mettono a disposizione di UNINETTUNO strutture fisiche come laboratori per la ricerca e per la didattica, biblioteche, sale computer e aule per far sostenere gli esami faccia a faccia agli studenti. UNINETTUNO nasce anche dal successo internazionale del progetto MedNet'U (Mediterranean Network of Universities), finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma Eumedis, per la creazione di una Università Euromediterranea a distanza. Con Med Net'U si è creato un network di 31 Università di 11 paesi dell'area euro-mediterranea (Algeria, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Italia, Libano, Marocco, Siria, Tunisia e Turchia). Lo sviluppo di Med Net'U da progetto a sistema è stato sostenuto dai Governi dei Paesi partner.
Il 29 gennaio 2006, infatti, nella Conferenza di "Catania 3" per la realizzazione di uno "Spazio Euromediterraneo dell'Istruzione, Alta Formazione e Ricerca", 14 Ministri dell'Istruzione Superiore, di diversi paesi del mediterraneo, hanno sottoscritto una dichiarazione congiunta prefiggendosi l'obiettivo di potenziare il sistema di apprendimento a distanza nei Paesi del Mediterraneo, sviluppando con l'Università Telematica Internazionale UNINETTUNO i risultati ottenuti con il progetto Med Net'U.
Il punto di forza e di sviluppo di UNINETTUNO è sicuramente costituito dal fatto di essere riuscita ad inserirsi e svilupparsi rapidamente a livello internazionale stipulando accordi con i paesi dell’Europa, degli Stati Uniti, dell’America Latina, Cina, Russia, Georgia e Iraq. Accordi molto importanti sono stati stipulati con i paesi del Mediterraneo, in particolare con l'Egitto, il Marocco, la Siria, la Tunisia. 

L’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO è un grande Ateneo in cui prestigiosi docenti di diverse Università del mondo hanno creato un unico polo internazionale del sapere

Gli studenti di UNINETTUNO possono frequentare l’università senza più limiti di spazio, di tempo e di luogo. Con UNINETTUNO, infatti, i luoghi dell’insegnamento non sono più solo le aule universitarie, ma anche spazi aperti, musei, centri culturali, posti di lavoro, case degli studenti, cyber-cafè. In qualsiasi parte del mondo si può scegliere di studiare in italiano, arabo, inglese, francese e greco, per televisione e via Internet e conseguire un titolo di studio riconosciuto in Italia, in Europa e in alcuni Paesi del Mediterraneo. 

Un sogno diventato realtà: ovunque tu sia, senza più limiti di spazio e di tempo, puoi frequentare l’Università

Il successo del modello organizzativo, psico-pedagogico e didattico di UNINETTUNO, è riconosciuto a livello internazionale.

Formazione, Ricerca e Innovazione, Internazionalizzazione, Inclusione, Passione: sono questi i cinque principi che ispirano da sempre tutti quelli che lavorano per far crescere il modello di Università UNINETTUNO; insieme abbiamo creato un laboratorio di cooperazione interculturale ed interlinguistica che ha realmente democratizzato l’accesso al sapere. 

Una rivoluzione nel modello di insegnamento e apprendimento. Con www.uninettunouniversity.net uno spazio aperto per il confronto e l’interrelazione fra le culture 

La formazione a distanza, erogata da UNINETTUNO, tiene conto dei bisogni di formazione della società tecnologica in cui siamo immersi, dell’evoluzione e dello sviluppo delle tecnologie dell’informazione, dei risultati delle ricerche psico-pedagogiche a queste collegate. In particolare, il modello psico-pedagogico e didattico UNINETTUNO, è nato dai risultati di molti programmi di ricerca internazionali, coordinati dalla Prof. Maria Amata Garito e dal suo gruppo di ricerca.

Il modello è basato sulle teorie cognitive e di tipo connessionista e concretizza il passaggio:

  • dalla centralità del docente alla centralità dello studente;
  • dalla trasmissione della conoscenza alla costruzione della conoscenza;
  • da un apprendimento passivo e competitivo a un apprendimento attivo e collaborativo.

Lo studente è al centro del percorso formativo, guidato da una nuova figura di docente tutor telematico che ha il compito di fornire gli strumenti adatti a facilitare il processo di apprendimento e di comunicazione in rete. Tutto il processo di insegnamento e apprendimento avviene su internet. Nel portale vi è un’area dedicata: il Cyberspazio Didattico. L’ambiente di apprendimento su internet veicola direttamente sulla scrivania dello studente, lezioni, prodotti multimediali, banche dati, esercitazioni, sistemi di valutazione e di autovalutazione, tutoring online, forum, classi interattive, wiki tematici.



Videolezioni:

Le videolezioni digitalizzate sono il punto di partenza del processo di apprendimento. Ogni videolezione digitalizzata è suddivisa in argomenti e indicizzata allo scopo di dare allo studente la possibilità sia di seguire l’intera videolezione che di scegliere l’argomento da approfondire. Ogni argomento è collegato in modo ipertestuale e multimediale a saggi, libri, testi, esercizi, laboratori virtuali, bibliografie ragionate, sitografie.

Laboratorio virtuale:

È un ambiente in cui lo studente tramite un processo di “learning by doing”, integra la teoria con la pratica.

Esercitazioni on-line:

In questa sezione vengono inseriti gli esercizi online interattivi, collegati agli argomenti delle videolezioni.

Tutoring on-line/Classe interattiva:

Il tutoring on-line è organizzato in classi di 20 o 30 studenti, con un sistema avanzato di agenda in grado di riconoscere il singolo utente e di personalizzare l’intervento formativo.

Le attività di Tutorato a distanza si svolgono:

  • in maniera sincrona, utilizzando la classe interattiva, attiva nel Cyberspazio Didattico, e l’aula tridimensionale, attiva sull’Isola del Sapere UNINETTUNO su Second Life;
  • in maniera diacronica, attraverso strumenti come i forum, i wiki e i social network.

La classe interattiva è l’ambiente dove avviene l’interazione diretta tra docenti, tutor e studenti e dove si condividono le conoscenze. In questo ambiente di apprendimento si svolgono esercitazioni pratiche interattive, prove di valutazione intermedie, si dialoga e si apprende in modo cooperativo e collaborativo. Nelle classi interattive si concretizza un nuovo modello pedagogico: le Flipped classrooms. Gli studenti vengono stimolati dai docenti-tutor a diventare costruttori attivi di conoscenza. Tra le innovazioni tecnologiche al servizio della didattica, UNINETTUNO ha realizzato su Second Life una vera e propria Isola del Sapere, dove gli avatar degli studenti e gli avatar dei docenti/tutor interagiscono con la loro voce nel mondo virtuale tridimensionale. Su Second Life si creano comunità virtuali di apprendimento.



“In questi spazi virtuali si connettono intelligenze, si scambiano saperi, si sviluppa conoscenza. Le culture e le idee di docenti, tutor e studenti dei diversi paesi del mondo si confrontano in un flusso continuo di interrelazioni.” (M.A.Garito)

Innovazione nella Formazione

L’innovazione caratterizza anche i curricula e i contenuti delle discipline legate ai diversi corsi di laurea. Negli ultimi anni, UNINETTUNO ha innovato tutti i suoi corsi di laurea e ha attivato nuovi corsi di lauree triennali, magistrali e master collegati alle tematiche relative all’innovazione tecnologica e all’industria 4.0, come si puo’ evincere dall’offerta formativa.

Offerta Formativa

31 Corsi di Laurea afferenti a 6 Facoltà che hanno l’obiettivo di sviluppare competenze legate alle innovazioni tecnologiche e ai bisogni dei nuovi mercati del lavoro. Per conoscere meglio la nostra offerta formativa clicca qui

La forza di UNINETTUNO
Innovazione, Ricerca e Sperimentazione

Innovazione, Ricerca e Sperimentazione sono alla base del modello UNINETTUNO: il presente che anticipa il futuro
L’attività di ricerca dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO si suddivide in “ricerca d’Ateneo”, che riguarda tecnologie e metodologie relative ai processi di insegnamento e apprendimento a distanza e in “attività di ricerca di Facoltà”, legata alle specificità dei singoli corsi di Laurea. La prima coinvolge studiosi a livello internazionale di discipline diverse (tecnologi, informatici, pedagogisti, psicologi dell’apprendimento, esperti dei vari linguaggi e della comunicazione). I risultati interdisciplinari sono infatti da rintracciarsi in diversi ambiti: tecnico-ingegneristico, psico-cognitivo, pedagogico, socio-culturale, metodologico-organizzativo e hanno permesso di identificare nuovi modi di realizzare i processi di insegnamento-apprendimento sia in presenza che a distanza. Questi risultati hanno già una ricaduta significativa sulle teorie legate ai processi di apprendimento e alle metodologie di insegnamento. Gli stessi hanno, inoltre, costituito la base dell’evoluzione del modello psico-pedagogico e didattico che ha portato alla realizzazione del nuovo modello d’insegnamento e apprendimento a distanza e di un nuovo modello di e-learning applicato a UNINETTUNO e riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale. Tra i vari temi che impegnano i gruppi di ricerca di Ateneo ci sono: Intelligenza artificiale, Machine learning, Mixed reality, Augmented Reality. L’obiettivo è quello di sviluppare nuovi modelli di videolezioni, di interazione tra studenti e docenti e di laboratori virtuali tridimensionali.

Per quanto riguarda, invece, le attività di ricerca delle singole Facoltà, sono in corso moltissimi progetti che vedono la collaborazione con università e studiosi provenienti da tutto il mondo. Attraverso i laboratori di ricerca integrati nella piattaforma tecnologica di Uninettuno, che consentono collegamenti telematici con altri laboratori di ricerca di diversi Paesi (come per esempio Cina e Giappone) e università del mondo, i ricercatori possono scambiarsi i dati, standardizzare protocolli di ricerca e condividere materiali, attrezzature e laboratori.

Per quanto riguarda, invece, le materie umanistiche, i ricercatori hanno a disposizione sul web patrimoni librari di molte biblioteche nel mondo. La digitalizzazione ha permesso la creazione e l’aggiornamento di cataloghi bibliotecari altrimenti fruibili solo in presenza nelle biblioteche e nei centri di studi.

La Facoltà di Ingegneria ha all’attivo ricerche sui raggi cosmici, sull’osservazione della Terra per lo studio dei precursori dei terremoti, sulla ionosfera e su molti altri argomenti. I partenariati scientifici sono tantissimi: Università e Istituti di ricerca internazionali come Riken (Giappone), NASA, Agenzia Spaziale Cinese, Agenzia Spaziale Italiana, INFN, INGV, INAF e molti altri. Studi sulla fusione nucleare sono svolti in collaborazione con il MIT di Boston. Altre ricerche interfacoltà sono rivolte al Cloud Computing, all’Internet of Things, all’Impresa 4.0, alla Digital economy, alle problematiche legate al Diritto nella società digitale, alla Cibersecurity, ai Patrimoni culturali digitali, alle dipendenze da Internet e tecnologie, ecc.

Per una visione in dettaglio dei progetti di ricerca conclusi e in corso presso UNINETTUNO si rimanda al sito: https://www.uninettunouniversity.net/it/area-ricerca.aspx

L’internazionalizzazione, il valore di una Università senza confini

Da sempre l’Università Telematica Internazionale ha fatto dell’internazionalizzazione una delle sue linee strategiche più importanti e oggi, con i suoi studenti provenienti da 167 Paesi del mondo, è davvero un ateneo globale senza confini. L’internazionalizzazione di UNINETTUNO si è sviluppata e continua a svilupparsi attraverso due modelli: il primo è caratterizzato da un fenomeno legato a Internet. Chiunque, senza muoversi da casa, può scegliere il percorso formativo più adeguato alle proprie esigenze e poi, attraverso il web, indicarlo e consigliarlo alla propria rete sociale. E’ attraverso questo meccanismo spontaneo, di passaparola reticolare globale, incontrollabile dall’alto, che in pochi anni Uninettuno è riuscita ad avere tra i propri iscritti studenti provenienti da tutto il mondo. Il secondo modello di internazionalizzazione si basa, invece su partnership con Università e Ministeri di numerosi Paesi del mondo, allo scopo di creare, armonizzare e condividere curricula. Tutti i corsi di laurea UNINETTUNO seguono infatti, gli European Qualification Standard: questo processo di adeguamento dei piani di studio a standard internazionali, fa si che i titoli erogati siano riconosciuti a livello europeo e consentono agli studenti di acquisire un titolo valido nel proprio Paese di origine, in Italia, in Europa e in alcuni Paesi del mondo arabo. Oggi UNINETTUNO ha in totale 257 accordi con le università di tutto il mondo. Alcuni esempi: Argentina, Azerbaijan, Cina, Colombia, Ghana, Giappone, Guatemala, Hong Kong (Cina), Mongolia, Mozambico, Nicaragua, Norvegia, Russia, Senegal, Singapore, Stati Uniti d’America, Vietnam, oltre ai più importanti Paesi del mondo arabo e dell’Unione Europea. “Per la nostra Università – afferma il rettore Maria Amata Garito - il dialogo tra le culture non è un’utopia: l’esperienza fatta conferma che è possibile condividere i curricula e creare insieme a università di paesi con politiche e culture diverse anche percorsi comuni di riflessione e di pensiero.

Gli studenti di UNINETTUNO provengono da 167 paesi del mondo. 105 Poli Tecnologici Nazionali e Internazionali distribuiti a livello globale

L’Università strumento di inclusione: l’Università per i rifugiati

UNINETTUNO ha realizzato il portale su Internet “Università per Rifugiati – Istruzione senza Confini”, che consente a rifugiati e immigrati di accedere gratuitamente all’Università UNINETTUNO da ogni parte del mondo.

“Stiamo sviluppando un grande laboratorio per una vera inclusione e per la valorizzazione della buona immigrazione, del dialogo, della convivenza pacifica tra i popoli e per la lotta al terrorismo. Solo così, insieme, Noi e Loro, crediamo si possa sviluppare un futuro di pace.” (M. A. Garito) 

Democratizzare l’accesso al sapere è alla base di ogni attività di UNINETTUNO

Un esempio concreto: “Imparo la lingua araba – Il tesoro delle lettere”

Negli ultimi anni, la ricerca sui linguaggi televisivi ha permesso di individuare nuovi linguaggi e nuove metodologie per insegnare la lingua araba, tramite la televisione, alle persone adulte analfabete del Marocco. I risultati della ricerca hanno permesso di creare il corso televisivo “Imparo la lingua araba, il tesoro delle lettere”, che va in onda sulla rete nazionale del Marocco, costituito da 150 videolezioni utilizzabili anche tramite DVD, collegati a nuovi modelli di libri per insegnare a leggere e scrivere.
“Il metodo che è stato adottato per la prima volta consente l’insegnamento della lingua araba in quanto lingua funzionale di comunicazione. L’insegnamento viene contestualizzato: le lettere, le parole, la struttura grammaticale sono costantemente collegate agli oggetti e ai comportamenti della vita quotidiana di una tipica famiglia del Marocco. Su Second Life, sull’Isola del Sapere di UNINETTUNO, la casa marocchina diventa uno scenario tridimensionale: il teatro nel quale gli avatar per la prima volta diventano attori, creano il racconto, rappresentano concretamente un avvenimento, un’esperienza, un legame tra il suono e l’immagine, fornendo gli strumenti per rinforzare la memoria uditiva e visiva e la memorizzazione delle lettere”. (M.A.Garito)