Ingresso in Italia

Cittadini dell’Unione Europea

I cittadini dell’Unione Europea possono entrare in Italia se in possesso di un documento d’identità valido per l'espatrio, senza che sia necessario richiedere alcun visto. In tale condizione è anche possibile soggiornare nel paese per un periodo non superiore a tre mesi, senza dover espletare alcuna formalità.
È inoltre possibile soggiornare in Italia per un periodo superiore a tre mesi, in determinate condizioni. In tal caso, trascorsi i tre mesi, è necessario iscriversi all’Anagrafe del comune di residenza. Per l’iscrizione all’Anagrafe per motivi di studio è necessario presentare i seguenti documenti: iscrizione all’ Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, copertura sanitaria e documentazione attestante la disponibilità economica.

È possibile reperire maggiori informazioni sui requisiti di soggiorno dei cittadini dell’Unione Europea e delle condizioni per poter soggiornare in Italia per più di tre mesi sull’apposita pagina informativa della Polizia di Stato.
È possibile reperire maggiori informazioni sull’iscrizione all’Anagrafe sono disponibili sull’apposita pagina informativa del Ministero dell’Interno.

Cittadini extracomunitari

I cittadini extracominitari necessitano di un visto per l'ingresso in Italia. Inoltre, per soggiorni superiori a tre mesi, è necessario ottenere anche il permesso di soggiorno.
Coloro che hanno doppia cittadinanza (Italiana o Europea / Extra europea) non devono richiedere il permesso di soggiorno.

Ottenimento del Visto

Gli studenti ed docenti extracomunitari interessati a visitare l’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO possono ottenere un diverse tipologie di visto (per studio, per affari, ecc...) a seconda della natura e della durata del loro viaggio. Il visto per l’ingresso in Italia deve essere richiesto presso le Ambasciate ed i Consolati italiani.
È possibile reperire maggiori informazioni sulle modalità di ottenimento del visto sull’apposita pagina informativa del Ministero degli Affari Esteri del Ministero degli Affari Esteri.

Permesso di soggiorno

La legge italiana sull’immigrazione prevede che i cittadini non appartenenti all’Unione Europea, che intendano soggiornare in Italia per più di tre mesi, debbano richiedere il permesso di soggiorno entro 8 giorni dal loro ingresso in Italia.
La durata del permesso di soggiorno è quella prevista dal visto d'ingresso.

Il permesso di soggiorno può essere richiesto per diversi motivi. Per presentare domanda per alcuni tipi di permesso di soggiorno, fra cui quelli di maggiore interesse, è possibile richiedere un apposito kit presso gli Uffici Postali in cui è presente lo Sportello Amico. Il kit può essere riconsegnato presso gli stessi uffici dal richiedente, che sarà identificato tramite passaporto all’atto della consegna.
In alternativa, la domanda può essere presentata presso alcuni Comuni, presso i Patronati e presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione delle Prefetture.
Per tutte le altre tipologie di permesso di soggiorno, la richiesta deve essere necessariamente presentata presso gli Uffici Immigrazione delle Questure.
Le diverse tipologie di permesso di soggiorno ed i relativi uffici competenti sono specificati quì.

I documenti da allegare alla domanda dipendono dalle motivazioni per cui si richiede il visto e sono elencati nel kit.
I costi per la richiesta di permesso di soggiorno variano in base alla durata del permesso stesso e sono specificati quì.

Al momento della presentazione della domanda, al richiedente sarà rilasciata una ricevuta, che deve essere conservata fino all’ottenimento del permesso di soggiorno elettronico.
Inoltre, all’atto della presentazione della domanda, sarà comunicata al richiedente anche la data della convocazione presso l’Ufficio Immigrazione della Questura, durante il quale avverrà il fotosegnalamento (rilevazione delle impronte digitali) e l’eventuale integrazione di alcuni documenti.

Il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno elettronico avviene, in media, in 60 giorni dalla data di presentazione della domanda.
È possibile anche verificare lo status del permesso di soggiorno utilizzando la user-id e la password riportate sulla ricevuta di richiesta del permesso di soggiorno, visitando i siti www.portaleimmigrazione.it oppure http://questure.poliziadistato.it/stranieri/?mime=1&lang=EN.

Uscire e rientrare in Italia dopo aver fatto richiesta del primo permesso di soggiorno

Coloro che sono in possesso della ricevuta della domanda per il primo rilascio del permesso di soggiorno, possono uscire dal territorio italiano e rientrare, solo se in possesso di un visto di tipo D per ingressi multipli in corso di validità,

ATTENZIONE: a partire dal 5 aprile 2010 il visto di tipo D per ingressi multipli consente l’ingresso nell’Area Schengen per 90 giorni a semestre, durante il periodo di validità del visto.
In ogni caso, per viaggiare in Paesi che non appartengono all’area Schengen, si raccomanda di verificare con l’Ambasciata/Consolato del Paese in cui si vuole andare, se si necessita di un visto di ingresso, in accordo con la propria cittadinanza e il corrente domicilio.

Codice Fiscale (Tax Identification Code)

Il Codice Fiscale è un codice alfanumerico, calcolato sulla base del nome, cognome, data e luogo di nascita, che viene utilizzato dalla Pubblica Amministrazione per identificare i cittadini che vivono in Italia. Può essere richiesto da qualunque cittadino straniero, sia dell’Unione Europea che extracomunitario.
Il Codice Fiscale serve per diversi scopi, come ad esempio presentare la domanda del permesso di soggiorno, per immatricolarsi all’Università, per aprire un conto corrente, per ricevere il pagamento di una borsa di studio/stipendio, per stipulare un contratto d’affitto. Quindi, una volta giunti in Italia, à opportuno procurarselo il prima possibile.
Per ottenere il codice fiscale è necessario recarsi presso uno degli Uffici Locali dell’Agenzia delle Entrate, portando con sé il proprio passaporto / carta d’identità. L’ufficio dell’Agenzia delle Entrate più vicino all’Università si trova in Via Ippolito Nievo n° 36 ed è facilmente raggiungibile con il tram n° 8. L’ufficio è aperto il lunedì e venerdì dalle 7:45 alle 13:30 ed il martedì, mercoledì e giovedì dalle 07:45 alle 15:30.

Attenzione: online si trovano diversi siti web che consentono di calcolare il Codice Fiscale. Tuttavia il Codice Fiscale prodotto da tali siti non è registrato e rilasciato ufficialmente dell’Agenzia delle Entrate e quindi non è utilizzabile per gli scopi precedentemente elencati (es. richiesta di permesso di soggiorno, apertura di un conto corrente, iscrizione all’Università).