Università telematica internazionale UNINETTUNO

Internazionalizzazione

Uninettuno ha fatto dell'internazionalizzazione una delle sue strategie più importanti. In pochi anni l'Università Telematica Internazionale Uninettuno è riuscita ad avere tra i propri iscritti studenti provenienti da 140 paesi diversi del mondo, conferendo alla propria identità un carattere davvero globale.


Paesi di provenienza degli studenti UNINETTUNO

Numerosi sono gli accordi internazionali stipulati con università e ministeri di diversi paesi del mondo: in Europa (Bosnia ed Erzegovina, Città del Vaticano, Francia, Georgia, Grecia, Kosovo, Moldavia, Polonia, Romania, Spagna, UK, ecc.), negli Stati Uniti, in America Latina (Colombia, Ecuador), in Africa (Algeria, Egitto, Marocco, Sudan, Somalia, Tunisia), in Asia (Cina, Hong Kong, Mongolia, Singapore) in Russia, negli Emirati Arabi (Dubai), in Iraq.
Con molti paesi del mondo Arabo si sono creati accordi allo scopo di creare, armonizzare e condividere curricula che consentano agli studenti di acquisire un titolo valido nel proprio paese d'origine, in Italia, e quindi in Europa. Da recente è stato firmato un accordo con la HBMSU di Dubai per sviluppare la cooperazione accademica e la ricerca scientifica nei campi di interesse comune; per creare contenuti e curricula congiunti e per incentivare la mobilità dei rispettivi docenti.
Sulla stessa linea, l’accordo firmato con la Al Akhawayn University di Ifrane (Marocco).

Nel processo di definizione di un curriculum di studi, Uninettuno – l’università internazionale con sede centrale a Roma - ha come riferimento le linee guida derivanti dal processo di Bologna e della Sorbona per l’organizzazione dei livelli di studio, e l’ECTS (European Credit  Transfer System) per la strutturazione dei curricula.
In particolare, tutti i corsi di laurea seguono gli European Qualification Standard.  Per esempio, per la costruzione del curriculum di Psicologia, sono stati rispettati gli standard EuroPsy (European Qualification Standard for Psycho- logists), in merito a settori scientifico-disciplinari e crediti formativi da attribuire alle singole discipline. Questo processo di adeguamento dei curricula di studio a standard internazionali fa sì che i titoli erogati siano riconosciuti a livello europeo.
Per le università partner che invece hanno sede in paesi che non hanno  aderito ai processi di Bologna e della Sorbona, Uninettuno ha sviluppato un modello  per la costruzione di curricula condivisi già applicato con successo. Un esempio concreto è quello che ha consentito la creazione dell’accordo per il doppio titolo con la Helwan  University del Cairo con la quale si è strutturato  un curriculum condiviso in cui gli studenti egiziani  conseguono dopo i primi tre anni  il titolo  italiano (e quindi europeo), e per conseguire il titolo quinquennale egiziano integrano nel curriculum le materie previste dal loro quinto anno di corso.  Questi studenti hanno l’opportunità di studiare interagendo criticamente con i loro docenti e tutor, ma anche con altri studenti provenienti da altri  paesi  del mondo  attraverso costanti incontri in chat,  nelle aule virtuali su Internet o su Second  Life, dove svolgono esercizi,  scrivono memorie, sono  costruttori attivi  di nuovi  saperi. Insieme hanno creato una vera rete  di sapere condiviso e hanno  dimostrato concretamente che è possibile ed è facile far convivere, con successo e dignità, giovani di culture diverse. Questo processo di analisi, confronto e integrazione dei curricula può essere esteso a qualsiasi corso di laurea di ogni paese.
Inoltre, prima di conseguire il titolo di studio gli studenti egiziani hanno svolto un periodo di stage presso alcune aziende italiane di innovazione tecnologica. L’attività pratica all’interno delle aziende ha permesso a questi studenti di acquisire competenze legate ai bisogni di un mercato del lavoro globale in modo da favorire un’emigrazione qualificata e consapevole, ma ha anche permesso di rendere concreto il dialogo tra le culture.


Consegna delle Lauree agli studenti della Helwan University – Cairo – Egitto

Un altro importante accordo riguarda le attività che Uninettuno sta svolgendo in Iraq in collaborazione con l’UNIDO di Vienna: il nostro Ateneo ha installato quattro poli tecnologici, a Bassora, Baghdad, Erbil, Thi-Qar. In questi Poli sono state installate tutte le nuove  tecnologie – comprese  antenne satellitari trasmettenti e riceventi – che collegano interattivamente i quattro poli iracheni con la sede centrale dell’Uninettuno di Roma. Nei poli tecnologici vengono formati a distanza – secondo il modello psicopedagogico di Uninettuno – i giovani imprenditori iracheni.

Mappa di Poli Tecnologici Uninettuno in Iraq Video Presentazione dell'Inaugurazione del Centro e-Learning di Erbil

Moltissimi sono i progetti di cooperazione con i paesi di lingua e cultura araba che hanno l’obiettivo di sostenere lo sviluppo attraverso azioni  mirate alla professionalizzazione delle risorse umane e alla democratizzazione dell’accesso al sapere, con il coinvolgimento attivo delle loro università tradizionali.
Certamente, aver realizzato una piattaforma didattica, unica a livello mondiale in cinque lingue (italiano, inglese, francese, arabo e greco) e già predisposta per l’erogazione di contenuti didattici in ulteriori lingue,  ha facilitato molto  i rapporti internazionali. Anche la scelta di non affidarsi alla semplice “traduzione” di contenuti realizzati da docenti delle università tradizionali italiane, ma di coinvolgere i migliori docenti provenienti da diverse università del mondo – dando a ognuno di loro la possibilità di realizzare i contenuti dei diversi insegnamenti nella propria lingua – ha favorito moltissimo l’internalizzazione.  Studenti e docenti provengono da diversi paesi del mondo, non solo da università europee e degli Stati Uniti, ma anche da università dei paesi del mondo arabo come l’Algeria, l’Egitto, la Giordania, il Marocco, la Siria, la Tunisia e la Turchia. Molti professori universitari di questi paesi, selezionati da apposite commissioni scientifiche in base alla qualità internazionale delle loro pubblicazioni, hanno insegnato e insegnano sulla piattaforma dell’Università Telematica Internazionale Uninettuno. I corsi di alcune facoltà, come quella di Ingegneria, vengono erogati in arabo, francese, inglese e italiano; altre facoltà stanno sviluppando i loro contenuti anche in inglese e i corsi di master sono già tutti in lingua  inglese, alcuni  anche in greco.  Questa scelta è stata attuata sia per fare in modo che la diversità linguistica diventi un elemento di forza culturale sia per rispettare le diverse culture da cui provengono gli studenti. Inoltre, questa ricchezza linguistica consente di accedere a informazioni e di condividerle, di costruire la propria conoscenza in una dimensione non più locale ma globale, di scoprire che certi problemi possono essere meglio risolti lavorando insieme a persone di culture diverse.

Sede centrale

Corso Vittorio Emanuele II, 39
00186 Roma - ITALIA
C.F.: 97394340588
P.IVA: 13937651001

Posta certificata

info@pec.uninettunouniversity.net

Segreteria Studenti

Numero verde: 800 333 647
tel: +39 06 692076.70 (1)
e-mail: info@uninettunouniversity.net

Videoconferenza

Biblioteca 1^ piano: 90.147.90.157
Sala Riunioni 5^ piano: 90.147.90.158

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Lasciaci i tuoi dati


Richiedi informazioni