Università telematica internazionale UNINETTUNO


Comunicato stampa

Torna ai comunicati stampa

Documenti collegati ai Comunicati Stampa

Nasce un nuovo spazio culturale tra Italia – Europa e il mondo arabo


14 marzo 2006


COMUNICATO STAMPA Nasce un nuovo spazio culturale tra Italia – Europa e il mondo arabo
Firmato l’accordo tra l’Università UNINETTUNO e il Governo del Marocco. Inaugurato a Rabat il primo polo tecnologico per la formazione a distanza. Diecimila giovani arabi, i primi iscritti ai corsi, che riceveranno un titolo di studio riconosciuto in Italia ed Europa.

Rabat, 14 marzo 2006

“Un grande segno di amicizia da parte dell’Italia e una grande manifestazione della competenza italiana nelle nuove tecnologie e nella formazione professionale con cui si formeranno tutti i cittadini del Marocco a cominciare dai giovani – ha detto il Ministro della Formazione professionale del Marocco Said Oulbacha in occasione della firma dell’accordo con la professoressa Maria Amata Garito Presidente e Rettore dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, accordo con il quale è stato realizzato il primo polo per la formazione professionale a Rabat. Il Ministro ha poi sottolineato che “questo progetto è importante per la democratizzazione dell’area euromediterranea e creerà uno spazio di nuova cultura, fraternità, spiritualità e pace avvicinando i popoli.” “Si tratta di un sogno diventato realtà - ha spiegato la prof.ssa Garito - abbiamo costruito conoscenze coi professori del Marocco così come con quelli delle altre 31 università del mondo arabo che hanno aperto un loro Polo Tecnologico”.
L’accordo firmato oggi prevede la creazione di Poli Tecnologici per l’insegnamento a distanza in tutte le sedi del Ministero per la Formazione Professionale in Marocco. Subito dopo la firma è stato inaugurato il nuovo Polo Tecnologico aperto oggi a Rabat dall’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, il primo ateneo al mondo che rilascia titoli accademici e fornisce corsi di formazione a distanza in cinque lingue : arabo, italiano, francese, spagnolo e inglese. Presso la sede del Segretariato per l’Alta formazione Professionale della capitale Rabat si è assistito alla trasmissione sulla rete satellitare Rai Nettuno Sat 1 alle prime lezioni dei professori Zniber e Benmoussa. I primi studenti da Rabat subito dopo la lezione hanno potuto dialogare in videoconferenza col professor Prinetto collegato da Roma presso la sede dell’Università UNINETTUNO per svolgere gli esercizi e commentare assieme la lezione vista via satellite. Alla cerimonia ha partecipato l’intero governo del Marocco, l’ambasciatore italiano in Marocco Alberto Candilio e i tanti funzionari del Ministero della formazione che seguiranno i primi corsi gia partiti oggi. “Oggi il mediterraneo – ha detto l’Ambasciatore – può ridiventare grazie alle nuove tecnologie la culla di civiltà che è sempre stata e tornare a far dialogare le differenti culture tra di loro.” L’ambasciatore italiano ha aggiunto che “con 280.000 cittadini del Marocco che vivono e lavorano in Italia, questa possibilità di formarsi alla nuove tecnologie è un valore aggiunto di competenze e apre maggiormente il dialogo con questa importante comunità.”
Il primo Polo Tecnologico dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO in Marocco, è fornito di tutte le tecnologie per seguire nella lingua preferita (arabo, francese, inglese, italiano, spagnolo) i corsi a distanza e partecipare ad attività didattiche in videoconferenza e costituirà un punto fisico di incontro reale per ospitare lo svolgimento degli esami faccia a faccia e incontri e seminari con docenti e tutor a disposizione degli studenti.
A Rabat è stato inoltre annunciato che “il Ministero creerà un Polo tecnologico in ogni propria sede in modo da coprire tutto il territorio nazionale attraverso le trasmissioni via satellite, trasmesse sui canali satellitari Rai Nettuno Sat 1 eRai Nettuno sat 2, che sono ricevibili ovunque.”
Le numerose domande dei giornalisti, alla conferenza stampa seguita alla firma dell’Accordo, hanno riguardato in particolare la crescita futura del progetto, dimostrando il forte desiderio di sviluppo e collaborazione culturale esistente in Marocco e in generale nel mondo arabo.
La prof.ssa Garito ha sottolineato che il modello del Polo tecnologico che riceve via satellite TV e internet è facilmente esportabile, e quindi si presta ad essere applicato ovunque.
L’iniziativa darà un significativo contributo al dialogo tra le culture. Il progetto è infatti mirato al mondo dei giovani, delle nuove generazioni che lavorando insieme potranno più facilmente conoscere e comprendere le differenze politiche, sociali, culturali e costruire insieme nuove forme di dialogo e di cooperazione.
Al primo corso di Alfabetizzazione Informatica avviato nel nuovo Polo Tecnologico di Rabat seguiranno, trasmessi tramite il canale satellitare Rai Sat Nettuno 1 e via Internet sul portale www.uninettunouniversity.net, i corsi di Programmatore Java, Project management, Tecnologia dell’Informazione e della Comunicazione di Impresa, Gestione dei Beni culturali, Sviluppo Sostenibile, Proprietà Intellettuale, Pianificazione dell’Ambiente e del Territorio, Formazione del Personale, Sistemi Informativi Territoriali, Gestione del Territorio, Telelavoro, Marketing Territoriale e il corso sulla Società dell’Informazione e le Nuove Sfide del Mediterraneo.
Oltre ai corsi di formazione professionale l’Università Telematica Internazionale Uninettuno per l’anno accademico 2005/2006 offre 7 corsi di laurea in :
Ingegneria Civile; Ingegneria Informatica; Ingegneria Gestionale; Esperto Legale in Sviluppo ed Internazionalizzazione delle Imprese; Operatore dei Beni Culturali; Economia e Amministrazione delle Imprese; Discipline Psicosociali; inoltre saranno attivati Master nei settori di comune interesse.
L’accordo firmato tra il Ministero della Formazione del Marocco e l’ UNINETTUNO srl prevede l’ erogazione dei corsi per la qualificazione e riqualificazione professionale nei settori più richiesti dal mercato del lavoro globale. Gli utenti di questi corsi potranno studiare senza muoversi dai loro Paesi e conseguire un titolo di studio riconosciuto in Italia e in Europa.
Per iscriversi e attivare il processo di apprendimento lo strumento principale è Internet. Sul portale didattico www.uninettunouniversity.net lo studente può in qualsiasi momento accedere alle videolezioni digitalizzate e collegate in modo ipertestuale e multimediale a libri, bibliografie, sitografie selezionate, testi di esercizi. In questo percorso lo studente-utente viene sempre seguito da un professore – tutor tramite chat anche audio e video , forum e sistemi di videoconferenze. Gli esami avvengono in modalità faccia a faccia presso i Poli Tecnologici. I professori che realizzano le videolezioni e tutti i materiali dei corsi a distanza nelle proprie lingue, provengono dalle più importanti università d’Europa e dei paesi del mediterraneo, sono selezionati da una Commissione internazionale sulla base di loro curricula tra i migliori docenti delle loro materie. Gli studenti di questi corsi possono scegliere di studiare nella lingua che più desiderano e confrontare le culture e i diversi modi di insegnamento di una stessa materia.
In questo momento storico attivare questi modelli di collaborazione tra i Paesi dell’area Euro- Mediterranea ha un’importanza che va al di là del semplice rilascio dei titoli. Collaborare per creare insieme competenze e conoscenze è la strada con cui si possono aprire nuovi rapporti e nuovi modelli di dialogo e confronto.


Disponibile anche in: français  |  العربية

Sede centrale

Corso Vittorio Emanuele II, 39
00186 Roma - ITALIA
C.F.: 97394340588
P.IVA: 13937651001

Posta certificata

info@pec.uninettunouniversity.net

Segreteria Studenti

Numero verde: 800 333 647
tel: +39 06 692076.70 (1)
e-mail: info@uninettunouniversity.net

Videoconferenza

Biblioteca 1^ piano: 90.147.90.157
Sala Riunioni 5^ piano: 90.147.90.158

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Lasciaci i tuoi dati


Richiedi informazioni