Università telematica internazionale UNINETTUNO
  • 21.12.2016: Auguri di Buone Feste,

    Buongiorno professoressa Guarito, nel ricambiarle gli auguri mi è gradito dirle che sono uno studente settantasettenne che sta apprezzando la qualità della vostra organizzazione ed essendo stato direttore centrale della Qualità di una importante azienda italiana, il mio giudizio deriva da una lunga esperienza di organizzazione aziendale.


    Fernando Saracchi

     

  • 21.12.2016: Auguri di Buone Feste,

    Un grazie sincero, da chi, come me, ha sempre sognato di poter accedere all'università, e finalmente grazie a questa realtà telematica, vede avverarsi tale desiderio. Auguri di Buon Natale


    Antonella Riva

     

  • 21.12.2016: Illu.ma Rettore Prof.ssa Maria Amata Garito,

    Sono Giuseppe Minniti, da ieri laureato in Economia e Gestione dell'impresa presso la UTIU.

    La presente per ringraziarLa per il continuo lavoro ed impegno nel migliorare e rendere accessibile il mondo universitario anche a chi, come me, lavora e non ha la possibilità di organizzarsi per poter studiare.

    Grazie all'UTIU ho potuto completare il mio percorso di studi universitari, più volte ripreso e mai portato al termine.

    Ieri, 20/12/2016 ho concluso il percorso laureandomi in Economia e gestione dell'impresa, discutendo una tesi in Diritto del Lavoro "il Congedo parentale" con relatore la Prof.ssa Manuela Rinaldi.

    Vorrei ringraziare ancora una volta la Prof.ssa Rinaldi per la Sua disponibilità, la gentilezza, la premura e la Sua assistenza durante le fasi di elaborazione della tesi.

    Un sincero ringraziamento anche allo staff del Polo didattico UTIU con sede in Locri (RC) per la loro ineguagliabile e perfetta assistenza, cordialità e professionalità.

    Un Ringraziamento a tutti Voi che lavorate per far si che tutto questo possa essere possibile.

    Grazie e auguri di buone feste!!!
    Cordialmente
    Giuseppe Minniti

     

  • 25.11.2016: Gentilissimo e pregiatissimo Rettore,

    Il prossimo venerdì concludo questo entusiasmante ciclo a Roma, sono in balia di mille emozioni ma ritengo doveroso esprimerLe la mia personale riconoscenza per avermi dato questa opportunità ed aver contribuito in maniera determinante a realizzare questo mio obiettivo.

    Davvero onorata di far parte della famiglia "Uninettuno", da cui spero non dovermi mai definitivamente allontanare, davvero onorata della possibilità che mi ha dato di partecipare ad eventi unici che mi hanno regalato conoscenza e consapevolezza.

     

    Le invio il mio sincero grazie e i miei più ossequiosi saluti

    Marina Moretti

     

  • 10.11.2016

    Con enorme soddisfazione personale, informo di aver superato l'esame di stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di ingegnere.

    In questa piacevole esperienza ho sentito con orgoglio il senso di appartenenza ad Uninettuno.

    Grazie

    Cordialità

    Ing. Alessio Scaramuzzi

     

  • 09.11.2016: Gentile Professoressa,

    Sono uno studente dell' Università da Lei dioretta, ma sono anche un "giovanotto" che corre (ahimè! troppo velocemente) verso gli ottanta anni; sono quindi un "nativo della penna d' oca" e proprio in questa veste mi rivolgo a Lei per ringraziarLa delle frequenti innovazioni tecnologiche promosse nell' organizzazione dell' Università, come il dibattito in streaming al quale ho assistito con grande interesse questa mattina o le aule virtuali su Second Life nella materia di cui Lei è docente, alle quali ho partecipato...in verità con qualche difficoltà iniziale nella deambulazione.

    La ringrazio di cuore perchè l' adozione di queste innovazioni tecnologiche mi consente di proseguire con entusiasmo una lunga esperienza di vita e di cultura che, partendo appunto dalla penna d'oca e arrivando (per ora!) alla realtà virtuale, ha visto la mia generazione beneficiaria di una avventura davvero esaltante!

    Grazie per l' attenzione! Con i migliori saluti,

    Fabio Califano

     

  • 21.09.2016: Gentile Presidente ,

    Sono una studentessa della sua università sono italiana ma penso di essere una delle più vecchie studentesse ho 72 anni ho frequentato il corso di conservazione dei beni culturali ed è stata una bellissima esperienza grazie al vostro sistema di insegnamento ho potuto continuare a lavorare, seguire la famiglia e imparare tante bellissime cose che mi hanno arricchito anche se è stato difficile riprendere a studiare alla mia età.

    Ora sono alla fine e le dirò mi mancherete tutti moltissimo.

    Purtroppo non sono capace di fare un video ma con questa mia desidero partecipare alla bella festa dei vostri 10 anni e sono felici di averne fatto parte.

    Un grazie ancora e auguri

    Prof Tartaglione Maria Giulia

     

  • 21.08.2016: Chiarissimo Rettore Dott.ssa Garito,

    ho esitato più volte prima di scriverLe alla ricerca delle parole più adatte ad una persona delle Sua levatura, ma, alla fine ho pensato di ripiegare nella semplicità.

    Mi permetto di condividere il giudizio che avevo espresso con piacere riguardo la Dott.ssa Francesca Maschio:

    "Vedo con piacere la scritta "totale anonimato delle risposte fornite". Spero che questo sia sufficiente a convincere i più diffidenti a fornire giudizi veritieri senza timore di "ritorsioni" durante la correzione delle prove d'esame

    In due parole trovo che la Prof.ssa Maschio faccia un po' la differenza tra qualcosa di impolverato e qualcosa di vivo ed applicabile al vissuto quotidiano

    Il tutor (tra le poche parti variabili del corso) può farti odiare la materia insieme al sistema che la ospita oppure, ed è il caso della Maschio, fartela apprezzare

    Mi ha sorpreso positivamente vederla spendere qualche parola per fare coraggio nello studio. In fondo uno studente che abbandona perché demotivato o scoraggiato rappresenta una perdita per l'ateneo anche in termini di mancati incassi

    Di lei come di Cipriani ho apprezzato il 60 ed il 110 mostrati nel curriculum e guadagnati sul campo. Il messaggio percepito è: attenzione che a supportarvi abbiamo scelto una persona che a suo tempo, quando si trattò di studiare aveva capito come fare."

    Ormai a distanza di tempo e quindi a mente fresca, sono grato a questo docente non solo per essere riuscito a farmi piacere una materia che ritenevo poco interessante, ma anche per avermi permesso di sbloccare la situazione di "stallo esami" e sfiducia nella quale ero incappato. 

    Rimango disponibile per eventuali chiarimenti

    Cordiali Saluti
    Giulio Rapisardi

     

  • 13.08.2016: Magnifico Rettore,


    con la presente vorrei apprezzare il lavoro della Dott.ssa Francesca Maschio, non solo per la sua indiscutibile preparazione nella materia di diritto privato, ma anche per la passione con la quale svolge le lezioni, la pazienza e dedizione con cui ascolta i suoi allievi, compresa me che seguo le classi dall'estero e ho avuto molti problemi di comunicazione con la segreteria, l'iscrizione e la verbalizzazione. La professoressa Maschio è stata molto gentile e molto comprensiva, non da tutti, veramente complimenti!

    E' stata la prima materia per me nella vostra università e sono molto contenta della mia scelta.

    Ringrazio ancora e spero in altri riscontri positivi come questo in futuro.

    Laura De Francesco

     

  • 22.05.2016: Salve Prof, è stata un'esperienza unica ed irripetibile!,

    Caro Prof. A. Caforio
    ho sentito forte in me il desidero di scriverle per renderla partecipe della grande emozione e piena soddisfazione che in questi giorni sto provando.

    Ho vissuto un'esperienza straordinaria insieme ai miei compagni cominciando dai primi istanti di smarrimento per procedere pian piano con lo studio a preparare giorno dopo giorno l'esame indubbiamente più ricco dal punto di vista delle relazioni umane che abbia mai affrontato e la continua e personale volontà di prepararlo al meglio delle mie possibilità: non ho mai provato una sensazione di sconforto e il desiderio di abbandonarlo, cosa per me sorprendente!

    Nello stesso tempo, però, sto provando un forte senso di nostalgia per le belle ed interessanti serate passate in Second Life, su Skype4Business, a parlare con i miei "compagni di avventura" di un comune progetto e vedere come le idee prendono forma e come si realizzano con il contributo di tutti.

    Erano tanti anni che non mi fermavo a parlare con ragazzi giovani e mi riferisco a quelli incontrati in ELIS all'Hackaton: ho rivisto in loro la speranza, e mi sono commosso! Persone in gamba, motivate, appassionate. Ho ricominciato a credere nei giovani che oggi hanno molte più possibilità di imparare rispetto a quelle che avevamo noi alla loro età.

    "Vivete in pieno le possibilità che offre la telematica, diventate quello che volete essere, non abbiate rimpianti!" - non credo abbiamo capito veramente il senso delle mie parole, del resto non le avrei capite nemmeno io alla loro età!
    Forse mi avranno preso per un vecchio, ma questo mi sentivo di dire e l'ho detto!

    Vede, Prof, io credo veramente nell'efficacia della formazione telematica che deve però soddisfare un numero notevole ed imprescindibile di condizioni a partire da un modello didattico che abbia radici solide e ben collaudato, come credo davvero che le RNA ben progettate ed allenate possano rivoluzionare il modo di acquisire la conoscenza.
    Prima ci riusciremo a fare questo "salto quantico", meglio sarà per tutti!
    Non vedo l'ora di passare i prossimi esami per poi ritrovarla e costruire insieme la mia tanto desiderata tesi di Laurea.

    Un giorno però voglio passare a salutarla, magari solo per un caffè, una sigaretta e due chiacchiere!!!

    Un abbraccio e un sentito grazie di cuore per avermi ed averci dedicato il suo tempo con grande passione!

     

    Paolo Prota

     

  • 15.05.2016: Salve,

    Finalmente sono riuscita ad avere la sufficiente tranquillità per scrivere quanto segue, come mi prefiggevo da tempo, che rivolgo a Lei in qualità di Preside di Facoltà di Lettere a rappresentanza dell’intero corpo docente della facoltà. Con la sessione di laurea di aprile 2016, sono giunta al termine del percorso di studi di Operatore dei beni culturali in questa università, ben diversa dal percorso di studi da me intrapreso e portato a termine precedentemente, sia per tipologia di studi sia perché nell’esperienza precedente avevo frequentato corsi frontali in un’università tradizionale come la Sapienza di Roma e non un’università telematica come Uninettuno che con la didattica a distanza permette di ottimizzare i tempi di studio.

    Non posso fare a meno di osservare la difficoltà prima incontrata nell’avere un contatto diretto con i diversi docenti, dovuto anche al grosso numero di studenti che la frequentavano e di rilevare invece come questa difficoltà sia venuta meno con Uninettuno.

    Infatti ho potuto riscontrare un contatto diretto con gli insegnanti con la didattica a distanza di Uninettuno, sia tramite gli strumenti telematici (chat, forum, email) sia tramite contatti telefonici, integrati anche da incontri diretti previo appuntamento se lo si desiderava.

    Aggiungo un’altra osservazione di non minore rilevanza, relativa alla qualità delle video-lezioni svolte da professori scelti sul territorio nazionale, sempre risultato di un’evidente ed attenta preparazione a priori e mai lezioni improvvisate come delle volte accade in un’università tradizionale.

    A questo devo aggiungere un particolare ringraziamento a Chiara Rotundo della Presidenza della facoltà di Lettere che ha sempre risolto con grande professionalità e cortesia le problematiche di volta in volta sorte nel corso di studi. Concludendo posso affermare senz'altro che per quanto mi riguarda l’esperienza con Uninettuno è stata per me positiva e che mi sarebbe piaciuto integrare i miei studi con una Laurea Magistrale della facoltà di Lettere, purtroppo ancora non attiva.

     

    Con la presente rivolgo pertanto un sincero auguro di buon lavoro a tutto il collegio di facoltà ed auspico un sempre maggiore ampliamento del numero degli studenti e dell’offerta formativa.

     

    Saluti, Maria Rosaria Fabozzi
     

     

  • 23.02.2016: Illustrissimo Rettore,

    Con la presente volevo innanzitutto complimentarmi con "Lei" per aver dato vita ad un sistema di insegnamento che ha proiettato l’Università verso un futuro tecnologico capace di coinvolgere numerosi studenti in un percorso di studi altamente qualificato, che con il supporto di sistemi informatici e personale docente di indiscussa ed elevata preparazione si raggiungono risultati davvero lodevoli.

    Il "Suo" metodo di studio "Modello Psico-Pedagogico", tenendo conto dei risultati raggiunti attraverso il mio percorso universitario e la mia preparazione, è davvero eccellente, per tale motivo rinnovo i miei più sentiti complimenti per questa "Straordinaria Macchina del Sapere".

    Senza per questo contestare nessuno degli strumenti offerti allo studente, volevo semplicemente manifestare il mio pensiero sui recenti fatti che hanno interessato il Corso di "Diritto Civile": nel momento in cui ci è stata assegnata come tutor la Professoressa Francesca Maschio, conoscendola per le sue indiscusse doti di insegnante e per la grande preparazione che la contraddistinguono, sono rimasta piacevolmente colpita.

    Dopo i risvolti che si sono registrati e che hanno interessato la materia in oggetto, considerando che siamo già a metà corso, non “Le” nego le mie perplessità, circa il modo di affrontare la materia con una buona preparazione e con il relativo supporto di tutorato che ci viene offerto puntualmente per poter affrontare al meglio un momento così impegnativo ed importante per lo studente che è rappresentato dal giorno dell'esame.

    Distinti saluti, Simona Catalano