Università telematica internazionale UNINETTUNO

Il Nostro Modello Psico-Pedagogico

Lo studente della nostra Università telematica è al centro del processo formativo, guidato da una nuova figura di docente-tutor, che ha il compito di fornire gli strumenti adatti a facilitare il processo di apprendimento e di comunicazione in rete. Il modello psico-pedagogico e didattico è nato dai risultati di 25 anni di ricerca internazionale ed è stato realizzato dal nostro Rettore, la Prof. M. A. Garito e dal suo gruppo di ricerca.

Modello psico-pedagogico

Lo strumento didattico principale dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO è l’ambiente di apprendimento su Internet, dove si insegna e si apprende in 6 lingue – italiano, inglese, francese, arabo, greco, polacco – e consente di attuare un modello psicopedagogico che caratterizza il passaggio:
  • dalla centralità del docente alla centralità dello studente;
  • dalla trasmissione della conoscenza alla costruzione della conoscenza;
  • dalla integrazione tra teoria e pratica;
  • da un apprendimento passivo e competitivo ad un apprendimento attivo e collaborativo
Il modello psicopedagogico prevede la massima flessibilità in favore dello studente. Con questo modello lo studente può costruire il proprio percorso di apprendimento in funzione delle sue esigenze formative e del suo livello di competenza. L’ambiente di apprendimento così sviluppato non si limita ad offrire corsi statici rigidamente definiti, ma offre contenuti dinamici che possano essere arricchiti da altri contenuti che esistono in rete. 
Nell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO è, infatti, lo studente ad essere al centro del processo educativo, guidato, però, dalla nuova figura del docente/tutor telematico che gli fornisce gli strumenti adatti a facilitare il processo di apprendimento e comunicazione in rete in forma sincronica e diacronica.
Nel Cyberspazio Didattico gli studenti partecipano attivamente alla creazione dei loro ambienti di apprendimento guidati da docenti/tutor esperti. Il percorso guidato conduce il discente nei vari luoghi virtuali progettati, in ognuno dei quali è  stato realizzato un intervento formativo basato su un metodo specifico di comunicazione: 
  • con la videolezione lo studente utilizza un modello di apprendimento lineare, ancora legato alla modalità classica di insegnamento; ma grazie ai collegamenti con materiali didattici diversi, lo studente sfrutta una modalità ipertestuale per studiare e consultare i libri collegati all'argomento trattato.  
  • nel laboratorio virtuale lo studente ha la possibilità di controllare e accrescere le sue conoscenze secondo una modalità di “learning by doing”, assistito in itinere da un sistema di tutoring.   
  • con i sistemi di chat, forum, wiki e con le Aule Virtuali Web e su Second Life, infine, lo studente mediante il colloquio in rete  può attivare l'apprendimento collaborativo condividendo le fasi del processo formativo con altri studenti appartenenti a diverse realtà linguistiche e sociali. 
All'interno di ogni ambiente è possibile integrare simultaneamente ogni singola modalità di apprendimento con le altre, arricchendole con potenzialità diverse. Il termine multimediale viene inteso in questo modo nel suo significato più completo e l’attività di apprendimento è strutturata in modo tale da evitare dispersioni e confusioni e favorire il trasferimento di saperi attraverso diverse modalità: 
  • dal semplice al complesso (videolezione e biblioteca intelligente); 
  • dalla teoria alla proiezione applicativa (“learning by doing” nel laboratorio virtuale); 
  • dalle esercitazioni guidate alla ricerca nel World Wide Web (Internet); 
  • dallo studio individuale al dialogo interattivo tra docente e studenti (apprendimento collaborativo attraverso gli strumenti di comunicazione e condivisione sincroni e asincroni).

 

 

Il Cyberspazio Didattico

mappa concettuale
Lo strumento didattico principale è l’ambiente di apprendimento su Internet www.uninettunouniversity.net. Nel cyberspazio didattico, si può accedere ai diversi ambienti di apprendimento.
Per ogni corso erogato, lo studente ha a disposizione la mappa concettuale (vedi immagine a lato), una rappresentazione grafica, a due dimensioni, e ipertestuale, in cui sono visualizzati i macroargomenti che compongono il singolo insegnamento, le lezioni che compongono ogni macroargomento; cliccando su una singola lezione, lo studente può vedere di quali argomenti è composta, e quali sono i materiali associati all’intera lezione, o ai singoli sottoargomenti che in essa vengono affrontati.

videolezione con bookmark

 
Centrali nel modello psicopedagogico UNINETTUNO sono le video lezioni; registrate da docenti provenienti dalle migliori Università italiane e del mondo, sono poi digitalizzate e pubblicate online in un’interfaccia che ne consente una fruizione ipermediale. Lo studente può guardare le video lezioni in maniera lineare, scegliere invece di controllare il processo di insegnamento, mettendo in pausa, tornando indietro, spostandosi lungo l’arco temporale della lezione a suo piacere; e può inoltre utilizzare gli strumenti messi a disposizione dal portale UNINETTUNO: attraverso l’interfaccia progettata ad UNINETTUNO lo studente può navigare tra video lezioni, spostandosi da una all’altra, all’interno della stessa video lezione, utilizzando l’indicizzazione che consente di selezionare uno specifico sottoargomento trattato dal docente video e spostare il video al minuto secondo in cui il docente comincia a trattare quello specifico argomento, o tra i materiali di approfondimento collegati a quella specifica video lezione, attraverso il box a destra della lezione stessa.
Inoltre, in alcuni momenti specifici, un bookmark (vedi immagine a lato), un segnale luminoso che inscrive una delle categorie di materiale di approfondimento disponibili nel box a destra, segnala allo studente che è disponibile uno specifico materiale associato a quello che il docente sta dicendo in quel preciso momento della video lezione. In questa maniera il processo di apprendimento diventa ipermediale: lo studente accede a contenuti di approfondimento suggeriti in tempo reale dai bookmark ipermediali selezionati e impostati da docenti e tutor esperti, che gli permettono di accedere in tempo reale a Libri e Articoli, ovvero testi, dispense, saggi prodotti, selezionati e messi a disposizione da docenti e tutor; CD-Rom, materiale multimediale, fotogallery, filmati associati alle video lezioni; bibliografie e sitografie ragionate, raccolte di riferimenti a materiale esterno scientificamente validati da docenti/tutor esperti di ogni corso; esercizi e laboratori virtuali. 
 

ambienti di apprendimento

 

Attraverso Esercizi e Laboratori Virtuali gli studenti hanno a disposizione i materiali che consentiranno loro di mettere in pratica le conoscenze apprese attraverso lo studio dei materiali didattici descritti in precedenza. L’obiettivo è di raggiungere una sinergia, sia con i laboratori virtuali che con gli esercizi, tra l’apprendimento teorico e la soluzione pratica di problemi nella giusta proporzione ed integrazione tra loro: lo studente può riflettere sulle proprie esperienze nell’ambiente di apprendimento e i principi astratti descritti dal docente vengono resi operativi e facilmente memorizzabili grazie all’attività di soluzione di problemi. Gli Esercizi sono a disposizione per ogni insegnamento; gli esercizi di autovalutazione consentono allo studente di avere un feedback autonomo, lezione per lezione, su quale sia il grado di comprensione maturato sugli argomenti specifici che ha studiato. Gli esercizi di verifica, da consegnare al docente/tutor attraverso il portale, vengono quindi valutati dai docenti che forniranno in questa maniera un feedback e un commento diretto su qual è il grado di apprendimento raggiunto dallo studente sui macroargomenti oggetto di verifica. Nei Laboratori, gli studenti hanno la possibilità di utilizzare simulazioni online sia per utilizzare strumenti cui avrebbero accesso solo in centri di ricerca di eccellenza, sia per utilizzare le conoscenze teoriche apprese in attività di learning by doing su materiali altrimenti non accessibili; il docente/tutor supervisiona e monitora le attività dello studente, che, a esperienza completata, attraverso il sistema invia al proprio tutor automaticamente la scheda sui risultati del proprio lavoro.

L’ambiente dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO attribuisce allo studente un ruolo assolutamente attivo e tutti i materiali didattici vengono messi a disposizione con questo obiettivo. Lo studente non viene lasciato solo ma viene guidato da un tutor esperto. Ecco perché nel portale vi è una apposita sezione detta tutoring on line. Questa è la vera sezione interattiva del portale. Su Forum e Wiki docenti, tutor e studenti discutono gli argomenti proposti, approfondiscono tematiche specifiche, pongono domande sui passaggi chiave della materia oggetto di studio. Docenti e tutor inoltre pianificano a scadenze regolari appuntamenti sincroni, nelle Aule Virtuali UNINETTUNO (vedi immagine a lato), in cui gli studenti possono confrontarsi con i propri colleghi e con

 i propri docenti via Chat, in video streaming su Web in diretta, o nelle Aule Virtuali sull’Isola del Sapere UNINETTUNO su SecondLife.

Tutto il processo di apprendimento dello studente è infine costantemente monitorato da docenti e tutor. Gli studenti sono organizzati in classi, di numerosità che varia tra i 20 ai 30 studenti per classe. L'organizzazione in classi consente di tracciare la frequenza al corso e le performance di apprendimento di ogni studente in maniera sia quantitativa che qualitativa. Da un punto di vista quantitativo, il sistema di tracciamento del portale UNINETTUNO (vedi immagine al lato) fornisce report e statistiche sulle attività di stu
dio individuali di ogni studente: accessi ai materiali di ogni corso, tempo di fruizione delle video lezioni, tempo di studio di ogni studente sui testi e sui materiali didattici associati agli argomenti delle lezioni. Dal punto di vista qualitativo, il docente/tutor ha il compito di verificare l'apprendimento degli studenti, sia tramite le esercitazioni che negli appuntamenti in Aula Virtuale, in occasione dei quali il docente/tutor pone agli studenti domande sui temi affrontati nelle videolezioni verificando quindi comprensione e padronanza degli argomenti da parte di ogni studente e riportando le valutazioni nella scheda di valutazione qualitativa di ogni studente.
 
Questi dati, oltre che popolare la scheda-studente che viene utilizzata dal docente per decretare l'ammissione o meno all'esame del singolo studente, al quale viene appunto richiesto di aver frequentato il corso, aver visto le videolezioni, aver partecipato alle attività di tutoring per essere ammesso all'esame di profitto finale, vengono aggregati e costituiscono così uno strumento di feedback dell'andamento di un'intera classe. Attraverso i dati aggregati per classe, il docente/tutor ha subito evidenza di eventuali criticità comuni all'intera classe su specifici argomenti del corso; individuata una criticità comune, può quindi intervenire in itinere, durante la stessa erogazione del corso, fornendo testi di approfondimento, animando una discussione su forum o pianificando incontri in Aula Virtuale che vadano a colmare la difficoltà che questo sistema di feedback ha consentito di mettere in evidenza. 
 

Il modello di interazione tra docente/tutor e studenti applica le teorie pedagogiche socratiche, che si basano sull’assunto fondamentale che prevede non un insegnamento di tipo unidirezionale maestro-allievo, bensì una partecipazione attiva del discente nel suo processo formativo; il maestro guidava l’allievo ad un apprendimento personalizzato sollecitandolo continuamente a partecipare attivamente alla costruzione del suo sapere. Una costruzione fatta di continui e fitti dialoghi, scambi di domande e risposte che permettono il confronto diretto tra tesi opposte. L’arte “maieutica”, il metodo Socratico basato sulla dialettica è un metodo di apprendimento attivo ed interattivo. Socrate affianca il suo allievo, lo supporta, lo motiva, lo sprona a non fermarsi mai di apprendere esaltando il suo operato laddove sia meritevole di lode e stimolandolo quando incontra le difficoltà. L’interattività si sviluppa in modo dialettico: il maestro contro l’allievo, il maestro insieme all’allievo, con un unico obiettivo: la conquista del sapere. Il docente/tutor telematico propone argomenti e presenta le sue tesi su forum, le discute con gli allievi nell’aula virtuale, fissa gli obiettivi da raggiungere; gli allievi la studiano, la analizzano e la reinterpretano, la rivitalizzano, l’arricchiscono di nuove idee, di nuove conoscenze, fanno nascere insieme nuovi argomenti di studio che diventano gli argomenti di discussione nelle successive aule virtuali interattive. Gli allievi diventano costruttori attivi di nuove conoscenze.

 

Scenario “uno ad uno” (apprendimento in modalità singola).

In questo scenario, attraverso incontri pianificati in chat e videochat, il docente/tutor assiste il singolo studente nel suo processo di esplorazione dei diversi ambienti, fornendo una valutazione continua del percorso didattico realizzato, ogni qualvolta lo studente lo richiede. In questa fase il docente/tutor, attraverso dialoghi interattivi di stile socratico, aiuta lo studente ad esaminare il suo ragionamento e a scoprire e correggere non solo gli errori ma anche le cause che li hanno determinati.

Scenario “uno a molti” (apprendimento in modalità collaborativa).

In questo scenario, mediante forum, wiki e appuntamenti sincroni in Aula Virtuale Web e sul'Isola del Sapere UNINETTUNO su Second Life, il docente/tutor organizza e struttura le sessioni di apprendimento collaborativo, per favorire momenti di interazione tra i diversi attori del processo educativo. Il docente/tutor interviene sul lavoro dei gruppi in modo da orientare il loro lavoro.

 

Sede centrale

Corso Vittorio Emanuele II, 39
00186 Roma - ITALIA
C.F.: 97394340588
P.IVA: 13937651001

Posta certificata

info@pec.uninettunouniversity.net

Segreteria Studenti

Numero verde: 800 333 647
tel: +39 06 692076.70 (1)
e-mail: info@uninettunouniversity.net

Videoconferenza

Biblioteca 1^ piano: 90.147.90.157
Sala Riunioni 5^ piano: 90.147.90.158

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Lasciaci i tuoi dati


Richiedi informazioni