Università telematica internazionale UNINETTUNO

EPICS - European Portal for International Courses and Services for Virtual Erasmus

EPICS
Programma UE: Lifelong Learning Programme 2007 - 2013
Programma Specifico: Multilateral Projects, Networks, Accompayning Measures, Studies and Comparative Research
Call: EAC/61/2006
Project Number: 142267-LLP-1-2008-1-NL-ERASMIS-EVC
Durata del progetto: 24 mesi (01 ottobre 2008 – 30 settembre 2010)
Responsabile Scientifico Locale: Prof. Maria Amata Garito
Website: http://www.eadtu.nl/epics
 

Area Privata

 

EPICS PARTNERS

 
Partner
 

EPICS - Sommario

Il Programma Europeo Lifelong Learning comprende l'obiettivo ambizioso ma essenziale di avere 3 milioni di partecipanti individuali alla mobilità studentesca entro il 2012. Le statistiche e le ricerche hanno comunque sottolineato i limiti di quello che può essere effettivamente raggiunto attraverso il meccanismo attuale.
Solo integrando gli attuali schemi di mobilità virtuale con la mobilità virtuale istituzionalizzata, sarà possibile raggiungere gli obiettivi fissati per la mobilità degli studenti.
Nell’ambito dell’EADTU, sono già in corso numerose iniziative e programmi per quanto riguarda lo scambio internazionale di corsi e la mobilità virtuale. Queste iniziative hanno dimostrato il valore aggiunto della mobilità virtuale (VM) accanto alla mobilità fisica (PM). La mobilità virtuale non solo contribuirà alla visione originaria del programma Erasmus su scala veramente europea, ma ne conferirà anche una nuova flessibilità e ampiezza. Può inoltre offrire varie modalità di studio che possono essere più brevi, indipendenti dal tempo e dal luogo, più personalizzate e che possono offrire opportunità più specifiche per lo studente. La VM è in grado di fornire diverse dimensioni della mobilità, comprese la creazione di comunità virtuali di apprendimento, progetti virtuali, il coinvolgimento di molte università contemporaneamente in un progetto o in un corso e la facilitazione dell’insegnamento e dell’apprendimento collaborativo internazionale.
In questo modo, la VM migliora l'accessibilità ad altri corsi universitari su scala europea e permette agli studenti di personalizzare e specializzare i propri programmi di studio. Tutto questo all'interno di uno spazio virtuale di apprendimento visitabile, in linea di principio, senza alcuna restrizione alle università. Tuttavia la VM è ancora "segregata” all’interno di progetti isolati e quindi accessibili solo a un ristretto numero di università e di studenti. In questo progetto lavoreremo per fornire servizi comuni di VM, offrendo corsi internazionali come parte integrante dei programmi di studio universitari. Il nostro obiettivo principale è quello di lavorare a progetti di mobilità virtuale verso un programma di Virtual Erasmus.
A questo scopo, si metterà insieme il consorzio dei coordinatori di importanti progetti di VM per condividere le competenze e le esperienze in questo campo. Il nostro consorzio di esperti di VM sfrutterà i risultati delle precedenti iniziative e, inoltre, esplorerà le opportunità e gli ostacoli della VM con una particolare attenzione ai fattori che ne limitano l'accessibilità, come l'ammissione degli studenti, la struttura delle commissioni, le modalità di valutazione, ecc. Questo per passare dal livello “progetto” alla fornitura di servizi comuni di VM, quindi ad un programma di Erasmus Virtuale.
Come in un programma di Erasmus “fisico”, ci possiamo aspettare che le dinamiche nella VM vengano dal personale universitario. In un WP dedicato all’espansione della VM, combineremo le reti esistenti di VM e stimoleremo le Facoltà ad organizzare degli scambi pilota di VM nell’ambito di reti bi-laterali o multi-laterali. Per istituzionalizzare la fornitura di servizi comuni di VM, saranno sviluppate le infrastrutture di supporto del portale europeo per i Corsi Internazionali e i Servizi (EPICS). Tutte le offerte esistenti dei progetti di VM e  i nuovi corsi internazionali saranno compresi in EPICS.
Alle Università verrà data la possibilità di offrire e mostrare solo una selezione di corsi a disposizione di EPICS attraverso una "finestra" di selezione dei corsi internazionali. Solo una selezione di corsi internazionali che si adattano e integrare l'offerta delle università sarà quindi accessibile gli studenti. Gli studenti possono accedere a questi corsi con la garanzia del riconoscimento dei crediti, sulla base di accordi bilaterali tra le università partecipanti. Naturalmente, gli studenti e le università saranno anche in grado di visitare completamente il portale EPICS e di visualizzare e selezionare tutti i corsi disponibili.
EPICS fornisce quindi un collegamento tra le università, gli studenti e corsi in tutta Europa. EPICS non sarà solo un database, ma comprenderà anche servizi on-line per offrire una guida di alta qualità all’apprendimento indipendente e per supportare l’organizzazione dell’offerta di VM in un sistema di Virtual Erasmus. A questo proposito, il consorzio fornirà inoltre, come uno dei principali risultati, uno studio su come organizzare l’ Erasmus virtuale. Il progetto EPICS for Virtual Erasmus contribuirà fortemente ad aumentare il numero di mobilità degli studenti in tutta Europa e a sostenere la realizzazione di uno Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore.

 

EPICS - Descrizione dettagliata

Dal 1999, il progetto di Bologna si è evoluto. Nel 2001 il Comunicato di Praga ha esteso gli orizzonti del settore dell'istruzione superiore. La visione più ampia è stata apportata dalla Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo: 'Portare avanti l'agenda di modernizzazione delle università: Istruzione, la Ricerca e l'Innovazione (Bruxelles 10 maggio 2006).
Questo ha approvato l'ambizione di una fluida struttura: 'Tutte le forme di mobilità dovrebbero essere esplicitamente apprezzato come uno dei fattori che possono arricchire tutti i livelli di studio degli studenti (P5), e ha esortato il settore a 'cogliere in modo più diretto le sfide e le opportunità offerte dalla formazione permanente ordine del giorno '. (P6)
Il nuovo accento si è riflesso nella formale integrazione del programma Erasmus in una più ampia struttura. E’diventato un elemento del nuovo programma di apprendimento permanente: 2007-2013. Il Programma Erasmus è stato ora collegato con altri programmi, tra cui Leonardo da Vinci per la mobilità professionale, Grundtvig per l'adulto la mobilità, e un più ampio programma trasversale, con l'obiettivo di raddoppiare l'attuale percentuale cumulativa di 1,5 milioni di partecipanti di tre milioni di singoli partecipanti, entro il 2012.
Il programma di apprendimento permanente in cui il programma Erasmus è ora incorporato, include tra i suoi 'obiettivi specifici l'obbligo di contribuire a una maggiore partecipazione alla formazione permanente da parte di persone di tutte le età, comprese quelle con particolari esigenze e dei gruppi svantaggiati, indipendentemente dal loro background socio-economico. Per questo obiettivo, e per raggiungere la grande ambizione di creare una esperienza europea per gli studenti dei paesi membri,ci resta un lungo cammino davanti a noi.
Uno studio è stato fatto, per esempio, della partecipazione al regime da parte del Regno Unito studenti. Il Sussex Centro per le Migrazioni di ricerca ha scoperto che nel 2004 solo il 15% degli studenti che si recano all'estero a causa della fascia sotto alla media di reddito. La maggior parte di loro proveniva da l'élite delle università.. Lo studio ha concluso che, i giovani soprattutto quelli con un buon background educativo, ha potuto usufruire della mobilità di viaggio. Lo studio ha rilevato che 'Molti di essi sono probabilmente sono stati all'estero con i loro genitori a gite scolastiche, rappresentando una parte del divario tra scuola e università.
L’Erasmus può funzionare solo con coloro che ad esso si applicano, e non sorprende che i più esuberanti sono per questo tipo di avventura, e che preferiscono il minimo per evitare il rischio di perturbare i loro studi. Allo stesso modo, nonostante l'efficace sistema di pagare le tasse, ci sono costi per i singoli e la loro famiglia, e non sorprende che i meno prosperi hanno meno probabilità di trovare i soldi. Non si tratta di una critica dell'impatto del programma. Il programma ha indubbiamente un impatto significativo sulle prospettive di coloro che prendono parte.
Ma le statistiche e la ricerca sottolineano i limiti di ciò che può essere raggiunto attraverso l'attuale meccanismo. Per tutti i guadagni in viaggi aerei a basso costo e di tutte le attrazione della libertà di studio, la mobilità fisica ha dei costi, costi che vengono affrontati dallo studente edall’UE. L'attuale cifra annuale dello scorso anno è stato 150.000, circa l'uno per cento della popolazione studentesca europea. Questi dati si riferiscono, naturalmente, solo a coloro che sono già studenti. Si tratta di una condizione di entrata del progetto Erasmus che si deve essere già entrato in una Università. Per il mancante 99% degli attuali studenti, per la mancanza del 100% di studenti non ancora nel sistema universitario, per i gruppi svantaggiati, le persone con bisogni speciali, l'unico modo in cui le ambizioni di Bologna e il programma di apprendimento permanente può essere realizzato sia attraverso una qualche forma di Virtual Erasmus.
L’Erasmus virtuale non solo contribuirà alla visione originale del programma Erasmus, su una scala europea, ma offrirà una nuova flessibilità di ambizione. Successivamente sarà in grado di offrire una maggiore varietà di modi di studio che può essere più breve, il tempo e il luogo specifico indipendente, più personalizzati e più specializzate opportunità per lo studente. E 'in grado di fornire diverse dimensioni della mobilità, compresa la creazione di comunità di apprendimento virtuale, progetti virtuali con il coinvolgimento delle università 
 

EPICS - Obiettivi

Il progetto ha come scopo primario quello di aumentare il numero di mobilità degli studenti in tutta Europa e sostenere la realizzazione di uno Spazio europeo dell'istruzione superiore, mediante l'organizzazione del Programma di Erasmus virtuale
Il consorzio si basa sul progetto di mobilità virtuale per incrementare la fornitura dei corsi internazionali. Per sostenere le università ad organizzare la mobilità virtuale come parte integrante del loro piano di studi ci sarà un incremento della condivisione di competenze e di esperienze (WP2), una costruzione di reti esistenti della mobilità virtuale, ampliandole attraverso un maggiore coinvolgimento tra le università e il personale (WP3). Poi sarà tecnicamente sostenuta l'internazionalizzazione dei corsi in via di sviluppo del Portale Europeo per i Corsi Internazionali e Servizi (EPICS) (WP4).
 
I tre principali obiettivi:
  • (A) condivisione di know-how e di esperienze di VM-coordinatori (WP2)
    Ci rendiamo conto che la condivisione del know-how per le università europee non è facile per rendere disponibili le loro offerte internazionale disponibili. Ci sono molte questioni, soprattutto le questioni amministrative, che impediscono le università europee di rendere accessibili i loro corsi a disposizione di studenti internazionali. Si tratta di questioni di mobilità virtuale che sono attualmente discussi e risolti in diversi gruppi di progetto, ma non ancora sufficientemente condivise. I gruppi esploreranno quindi:
    • gli ostacoli e opportunità dello sviluppo di Virtual Erasmus
    • la disponibilità dei corsi, nonché i servizi on-line all'interno del consorzio
    • gli aspetti di accessibilità e dei suoi fattori che limitano l'ammissione come studente, tassa di strutture, di trasferimento di crediti, modalità di valutazione, ecc
    Ciò si traduce in uno studio e in una pubblicazione di organizzazione virtuale Erasmus.
    I Partner coinvolti in questo gruppo sono i coordinatori del progetto e gli esperti di:
    • E-MOVE: 3 modelli di mobilità virtuale
    • REVE: modelli di mobilità virtuale delle università tradizionali
    • Venus: virtuale e E-Mobility per la messa in rete di università nella società
    • VM-base: VM prima e dopo lo scambio degli studenti
    • Sputnic: la tecnologia internazionale rafforzata dalla cooperazione nel settore dell'istruzione
    • Net-Attivi: modello di mobilità virtuale intercontinentale
    • CSVM e CVBE: i modelli virtuali di stage
    • MORIL: modello europeo di risorse educative Open
  • (B) Combinare ed estendere le reti di VM e offerte di corsi (WP3)
    Le reti esistenti coinvolti in questo progetto sono i seguenti: Le reti e i loro corsi saranno l'inizio di ingresso per EPICS. Queste reti di ampliano ulteriormente il loro partenariato e di aumentarno il numero dei corsi disponibili per EPICS. Già queste reti rappresentano più di 50 corsi e più di 80 partner.
    Successivamente, con la partecipazione di tutti i partner del consorzio si avvieranno nuove reti per aumentare i programmi di mobilità virtuale.
  • (C) Sviluppo delle infrastrutture tecniche di supporto EPICS (WP4)
    Il portale di EPICS offrirà i necessari supporti strutturali dei corsi internazionali offerti agli studenti e dallo staff.
    EPICS verrà sviluppato suddividendo le analisi organizzative e le tecniche di sviluppo della sua piattaforma:
    • corsi presenti
    • corsi previsti
    • servizi offerti online
    Il prossimo passo è l'integrazione di EPICS come in molte università. Il consorzio e gli altri membri EADTU quindi introdurranno a livello locale su una pagina web internazionale le offerte dei corsi universitari in ogni sito web direttamente collegato al database di EPICS. Questo farà una selezione di corsi internazionali disponibili e dei servizi da parte delle principali offerte per l'università e quindi visibile al meglio i loro studenti.

 

EPICS - Risultati previsti

I risultati previsti sono:
 
 

(A) condivisione di know-how e di esperienze di VM-coordinatori (WP2)
Uno dei principali obiettivi di questo progetto è quello di integrare le competenze disponibili e di esperienze con la mobilità viruale per impostare la base per un programma di Erasmus europeo virtuale. Il gruppo, pertanto, deve presentare le buone prassi per organizzare la mobilità virtuale e le possibilità di superare gli ostacoli comuni come la valutazione on-line, iscrizione, il riconoscimento dei crediti ecc indirizzati sui temi specifici della mobiltà viruale e presentare possibili soluzioni.
I documenti che il gruppo deve consegnare devono contribuire alle informazioni generiche in materia di mobilità viruale contenuti sul portale e ai contributi specifici in relazione alla linea del personale e degli studenti di sostegno.

Devono essere consegnati:
Introduzione al portale e EPICS Introduzione alla mobilità virtuale:
il nucleo deve scrivere una relazione sulle principali questioni relative alla organizzazione della mobilità virtuale. Tali questioni sono la lingua, la struttura tariffaria, il trasferimento di punti di credito, il riconoscimento dei diplomi ecc
I principali rapporti, guide e servizi della ex mobilità virtuale in esecuzione dei progetti saranno combinati, aggiornati e completati in maniera coerente e facilmente accessibile EPICS portale.

Personale di sostegno On-line:

  • le guide su VM (provenienti da E-MOVE, REVE e Net-Attivi)
  • Sostegno (multi-media) strumenti (elenco aggiornato provenienti da E-MOVE e REVE)
  • interistituzionale formati (ad essere prodotte)
  • Buone pratiche delle soluzioni amministrative (ad essere inventariati da progetti partecipanti)
  • VM o modelli e concetti (provenienti da progetti esistenti)
  • Biblioteca di sostegno o in VM (provenienti da E-MOVE progetto)
  • Introduzione programma per VM-personale (da sviluppare)

Per il sostegno degli studenti on-line
  • Studio guida per l’apprendimento on-line (provenienti da E-MOVE, REVE e Net-Attivi)
  • Contatti di ogni università partecipante
  • Aspetti amministrativi (provenienti da progetti esistenti)
  • Biblioteca o collegamenti (provenienti da E-MOVE progetto)
  • credito o trasferimento spiegato agli studenti (provenienti da REVE e Net-Attivi)
  • Introduzione programma per VM-studenti (da sviluppare)
Uno dei principali risultati di questo progetto sarà anche un rapporto di studio sull’organizzazione dell’Erasmus virtuale.
Il gruppo utilizzerà la sua esperienza e la sua competenza nel campo della mobilità virtuale. Questo studio affronterà la possibilità di creare un innovativo modello di business per le università europee a lavorare insieme sugli scambi virtuali degli studenti e il possibile ruolo dell'Unione europea in questo.

(B) combinare ed estendere le reti di VM e offerte di corsi (WP3)
Unendo le reti esistenti della mobilità virtuale, il progetto avrà una solida base per un immediata istituzionalizzazione della mobilità virtuale nella Comunità Europea. Nella Comunità sono presenti numerose università partecipanti coinvolti per stimolare la mobilità degli studenti. L'interscambio dinamico delle reti coinvolte per stabilire nuove reti dei corsi internazionali sono disponibili agli studenti. Con l'inserimento di tali corsi nei programmi di studio delle Università, aumenterà la visibilità e l'accessibilità dei corsi internazionali di studenti e, di conseguenza, la loro partecipazione.
In questo WP3 è previsto inventario di tutte le lauree triennali e i Master
Verrà fatto anche un inventario delle reti bilaterali e multilaterali della mobilità virtuale.
Il passo successivo è nel WP3 riguardante l'intero progetto di consorzio tper ingrandire le reti esistenti ed estendere il numero di reti. Anche altri membri del EADTU saranno invitati a partecipare a queste reti. . Il compito finale di questo WP è quello di aumentare il numero di corsi disponibili della mobilità virtuale e le materie di loro competenza.

Tutti saranno rappresentati nel portale di EPICS.

(C) Lo sviluppo del portale EPICS
Il progetto contribuirà ad aumentare il numero della mobilità virtuale europea con corsi e servizi, così come è aumentato il numero di università che condividono i corsi e servizi in Europa. Ciò sarà reso visibile nel portale EPICS che deve essere sviluppato per facilitare il portale sui corsi e servizi.
Il portale avrà inizio con 40 corsi da 11 paesi ed è previsto a crescere. Tutti i modelli di corso saranno presentati in lingua originale e in inglese.

Lo sviluppo di un portale non significa che tutte le attuali e future iniziative necessitano di operare ad un livello adatto a questo strumento. EPICS sarà progettato in modo che esso serve vari modelli di mobilità virtuale. Esso è uno strumento di sostegno.
Il portale è disponibile come ingresso centrale elocale dei siti web delle varie università. Le università sono in grado di mostrare solo una selezione di tutti i corsi disponibili sul EPICS e l'uso del portale come strumento per integrare i propri programmi e offerte. Questo per offrire ai loro studenti un ulteriore programma di specializzazione e individuandone il loro grado.

Il portale avrà motore di ricerca per trovare corsi europei su aspetti quali:
  • livello di ammissione BA / MA
  • ammissione
  • Lingua
  • Inizio dei corsi o on-line
  • Tutoraggio o strutture
    • Valutazione dei moduli
    • crediti formativi (ECTS)
  • Facoltà / oggetto
  • Sostegno (multi-media) gli strumenti
In preparazione dello sviluppo del portale EPICS il gruppo produrrà un documento sulle tecniche organizzative concettualizzazione del portale. Parte della procedura è una gara per la progettazione e la costruzione del portale EPICS. Dopo che il portale è stato sviluppato e testato il Consorzio intende promuovere l'uso di esso. A tal fine, un opuscolo e banner sarà sviluppato. Naturalmente EADTU EUROPACE e userà le loro reti per l'ampia diffusione e promozione.
 

EPICS - L'impatto e la sostenibilità

Obiettivo a breve termine - per i gruppi:
L'obiettivo a breve termine del gruppo del progetto sono tutti i partner coinvolti. Le università con il tradizionale insegnamento a distanza coinvolte nei programmi di mobilità virtuale raggrupperà un gruppo esteso dalle università interessate al consorzio. Le istituzioni educative partecipanti avranno l'opportunità di sperimentare corsi internazionali delle loro principali offerte, mediante il portale EPICS.
Accanto al progetto del consorzio, diversi soggetti interessati saranno coinvolti, come la Commissione europea, Stati Uniti d'America, DAAD, ecc UDE come esperti invitati. Questi soggetti sono già stati coinvolti nella riunione di E-MOVE con esperti per le parti interessate ei responsabili politici.
Questo progetto è stato presentato e accolto con favore da loro in questa occasione.
Il coinvolgimento di breve - termine gruppi target è principalmente nel dedicare le riunioni, le reti in VM e la presenza nel portale EPICS

Obiettivo a lungo termine del gruppo:
L'obiettivo a lungo termine gruppi di EPICS sono gli Istituti d'istruzione Superiore europei in generale. Lo sviluppo di un sistema di mobilità virtuale che fornisce i corsi con un portale europeo sui Corsi e Servizi contribuisce alla internazionalizzazione delle università europee e di ampliamento della partecipazione. Le Università beneficeranno così di un aumento del numero degli studenti iscritti provenienti da altri paesi con una migliore accessibilità.
Il campus e al di fuori del campus, gli studenti beneficiano di facile accesso di alta qualità corsi europei, consentendo loro di individuare ulteriori e specializzarsi tutto l'arco della loro portafoglio. Inoltre essi possono beneficiare di servizi on-line così come inter-istituzionali accordi relativa al miglioramento della accessibilità e riconoscimento dei crediti per sostenere il loro apprendimento indipendente guidato

Destinatari gruppo di istituzioni europee
Questo gruppo è ben rappresentato in seno al consorzio del progetto, nonché le reti di EADTU e EUROPACE.
EADTU diffonderà i risultati e promuoverà l'uso del portale tra i suoi membri delle 10 università aperte e delle 14 associazioni che coprono più di 200 università tradizionali.
EUROPACE può attingere per i suoi Stati nella rete di cui è partnership con altre associazioni e reti. EUROPACE è particolarmente adatto per diffondere le informazioni derivanti da questo progetto per l'istruzione e la formazione della comunità più in generale.
Per migliorare la mobilità virtuale tra università, EUROPACE mira a fornire l'insegnamento e un supporto di personale all'interno delle istituzioni educative con esempio di dimostrazione e di buona prassi.
Accanto a entrambe le nostre reti abbiamo forti legami con gli Stati Uniti d'America. Questo ci aiuterà a promuovere ulteriormente il progetto Erasmus virtuale su scala europea.

Destinatari gruppo di studenti
Gli studenti saranno coinvolti con la loro università non appena i corsi sulla mobilità internazionale saranno presentati come parte del programma di studio. Dalle precedenti mobilità virtuali sappiamo che gli studenti saranno coinvolti in quanto hanno un facile accesso, di garanzia e di trasferimento di crediti partecipare tassa-neutro. Per quanto riguarda la lingua, in realtà le stesse condizioni si applicano come nel progetto Erasmus. Gli studenti della mobilità virtuale devono essere disposti a studiare in una lingua straniera
Ulteriori specifiche del gruppo di studenti:
Gli studenti che fanno parte del nostro target gruppo sono per la maggior parte di finalizzare la loro laurea o che iniziano la loro Maestro. Tutti gli studenti seguiranno un programma fissato presso l'università che frequentano. In questa fase, l'università offre allo studente una solida base nel campo di studio, nonché un orientamento dei possibili campi di specializzazione legati al tema. Lo studente deve avere una chiara visione del suo interesse prima di iniziare internazionale di esperienze e di specializzazione.
È solo alla fine del livello Bachelor e al Master di secondo livello che gli studenti sono tenuti a definire un campo di specializzazione. Gli studenti dovrebbero essere in grado di costruire il proprio programma di studio adatto alla loro campi di interesse con un esteso accesso ai materiali specifici della propria e di altre università. Tutto questo, naturalmente entro i limiti consentiti dei numeri dei corsi internazionali da fissare da parte dell’università da cui si proviene.

Sostenibilità
Per sostenere l'impatto del progetto al di là della sua vita ci sono in funzione 4 grandi gruppi:
- Gli studenti
- Il consorzio
- Le università
- Le reti di VM

Questo progetto è stato istituito dalla EADTU all'inizio del 2007 e continuerà anche dopo la fine del progetto. Questa task force costituita dai coordinatori della mobilità virtuale(in modo uguale al core-gruppo) sposterà l’attenzione per ampliare la nostra rete di membri. Inoltre, come nel progetto Erasmus questa rete continuerà ad esistere e a mantenere la dinamica di espansione.

Il modello di business di EPICS impedisce a università e studenti a carico per l'uso. Questo abbassa la soglia e consente una vasta gamma di università e studenti di utilizzarlo. Abbiamo chiaramente scelto di sviluppare un portale agevolato solo con minori costi di manutenzione a lungo termine. Se il portale fosse stato costruito su un modello di business avrebbe messo in pericolo il necessario bilancio annuale a causa della mancanza di finanze. Anche se in esecuzione sul server di EADTU, la vera manutenzione è collegata con le università partecipanti. Essi si presentano corsi di perfezionamento e corsi di aggiornamento e sono anche tenuti a dare una corretta presentazione dei corsi per gli studenti.

È inoltre il compito di EADTU per tenere traccia sui nuovi sviluppi nel settore dei servizi on-line. Dato che questo è un compito fondamentale di EADTU, l'ufficio continuerà questo lavoro dopo che il progetto è chiusa stimolare e mantenere le università ad ampliare la offerte on-line.EADTU quindi concentrarsi annualmente alla conferenza annuale sulla EPICS e stimolare la presentazione di nuove voci corso e dei servizi.

Naturalmente, EPICS aumenterà l'ingresso di corsi e servizi dei partecipanti delle nuove università. A lungo termine EPICS si evolverà in un portale di nuovi corsi e servizi e quindi un crescente interesse di fornitura da parte delle università a livello europeo. Ciò porterà ad una maggiore e più consultazioni, per la mobilità virtuale come una delle principali offerta da tutte le università.Un programma Erasmus virtuale sarà ovviamente garantire questo sviluppo a livello europeo.

 

EPICS – Il ruolo di Uninettuno

L’UTIU fornirà corsi per la piattaforma EPICS e aderirà ai network. Quest’ultimi potranno beneficiare dell’ampia esperienza nel campo della Mobilità Virtuale maturata dall’UTIU nel Progetto Med Net’U e in altri progetti.

 

Organizzazione e gestione del progetto

Il progetto consiste di 6 pacchetti di lavoro:
 
WP1: Gestione
Esso comprende il coordinamento, la comunicazione, l'organizzazione e il controllo finanziario del progetto. Ci sono tre principali tappe che si possono distinguere:
Kick-off meeting: per risolvere problemi di gestione e di impostare e ottimizzare i compiti nel progetto, il consorzio avrà inizio con un kick-off meeting. Questo kick-off meeting sottolinea gli obiettivi e le misure da adottare e ne formalizza i ruoli di tutti i partecipanti. Ogni WP-leader presenterà i loro approcci.

WP2: Sfruttamento: condivisione di conoscenze ed esperienze di VM-coordinatori
La costruzione di una comunità della mobilità europea virtuale si basa su reti esistenti e dei progetti di mobilità virtuale. I Partner in questo gruppo sono i coordinatori del progetto:
- E-MOVE: 3 modelli di mobilità virtuale
- REVE: modelli di mobilità virtuale delle università tradizionali
- Venere: virtuale e E-Mobility per la messa in rete università nella società
- VM-base: VM prima e dopo lo scambio degli studenti
- Sputnic: la tecnologia internazionale rafforzata dalla cooperazione nel settore dell'istruzione
- Net-Attivi: modello di mobilità virtuale intercontinentale
- CSVM e CVBE: modello virtuale di stage
- MORIL: modello europeo di risorse educative Open
Solo con l'esperienza di questi coordinatori e le esperienze che essi rappresentano possiamo iniziare a lavorare verso Erasmus virtuale. Tuttavia, molte questioni che impediscono le università europee di rendere accessibili i loro corsi disponibili per gli studenti internazionali per chiedere ulteriori discussioni.
Il nucleo del gruppo, pertanto, deve presentare le buone prassi per organizzare la mobilità virtuale e le possibilità di superare gli ostacoli comuni come la valutazione on-line, iscrizione, il riconoscimento dei crediti ecc indirizzo VM temi specifici e presentare possibili soluzioni. Questo sarà una parte di materiale dei progetti precedenti e una parte di nuovo materiale prodotto da sforzi congiunti.
 
Incontri previsti:
Accanto al kick-off meeting il nucleo del gruppo si riunirà XA 2 anni.
Il 2 incontro del primo anno è incentrato sui temi della VM in preparazione del EPICS portale.
Il 2 incontro del secondo anno si concentrerà sulla organizzazione virtuale Erasmus. Questo sarà esteso da riunioni delle parti interessate.
Un’equilibrata ripartizione dei compiti di garantire un uguale coinvolgimento di tutti.

WP3: combinare ed estendere le reti della mobilità virtuale offerte
In questo terzo WP si vuole ampliare ed estendere le reti esistenti per migliorare una maggiore offerta dei corsi internazionali. Si lavorerà in questo WP con tutti i partner del consorzio e oltre, vale a dire con la rete di soci, EADTU e EUROPACE.
Il gruppo del progetto si riunirà per:
- Presentare le nostre attuali reti della mobilità virtuale e l’inventario dei partner e dei corsi della mobilità virtuale;
- Cercare di estendere le reti attuali con i partner presenti;
- Creare una disponibilità dei servizi on-line disponibili in 20 paesi europei (coperti da EADTU e EUROPACE iscritti)
- Avvio di nuove reti su iniziativa del gruppo di progetto
- Stimolare il coinvolgimento del personale e le dinamiche di creazione di nuove reti della mobilità virtuale.
In questo WP si prevede di attuare un programma pilota di Erasmus virtuale
I Partner che lavoreranno in questo WP sono EADTU OUNL, UNINETTUNO,Universidade aperta, Anadolu University e Fernstudien Schweiz. 
I Parteners sono stati scelti in base alla combinazione di diversi livelli di esperienza nel campo della moblità virtuale per creare un impostazione realistica..

Incontri previsti in questo WP:
In totale ci sono 4 riunioni. Gli incontri sono organizzati come un prolungamento degli incontri di gruppo per ragioni di efficienza, nonché a beneficio di una diretta segnalazione da parte del gruppo.
Per organizzare il programma di Erasmus virtuale,EADTU, OUNL, UNINETTUNO, Universidade aperta, e l'Università Anadolu Schweiz Fernstudien si riunirà 2 volte in sede straordinaria.

WP4: lo sviluppo di EPICS 
Questo WP si occuperà della divisione del lavoro dell’analisi organizzativa e dello sviluppo tecnico della piattaforma di EPICS considerando:
  1. Il corso di presentazione
  2. Il corso di fornitura
  3. Di offrire servizi on-line.
Insieme con l'ingresso di WP2 e WP3, WP arriveranno 4 a un sondaggio del EPICS elementi che riguardano:
1) Analisi e sintesi di pratiche innovative e approcci diversi su questioni-VM.
Inventario delle soluzioni ad una maggiore accessibilità ed iscrizioni
2) Sviluppo di un modello organizzativo per fornire corsi internazionali e servizi tramite EPICS
3) Sviluppo di un modello tecnico per:
  1. Presentazione del corso
  2. Corso di fornitura
  3. Servizi (personale e studenti)
  4. Selezione del designer
Questa fase preparatoria sarà chiusa con una mappa concettuale del portale di EPICS contenente:
  1. Descrizione delle questioni della mobilità virtuale;
  2. Modello organizzativo di EPICS;
  3. Caratteristiche tecniche del modello EPICS;
  4. Progettazione del primo sistema del portale di EPICS
L’obiettivo del consorzio degli EADTU, EUROPACE e degli altri membri è quello di integrare a livello locale su una pagina web delle Università collegate con il database di EPICS i corsi internazionali. Ciò renderà disponibili i corsi internazionali e i principali servizi offerti da parte delle università rendendoli meglio visibili ai loro studenti.Incontro previsto
1. 3 gruppi di lavoro in relazione a (a) la presentazione corso, (b) la fornitura e naturalmente (c.) che offrono servizi on-line
2. Incontro con le parti interessate WP4 a Heerlen (NL): si organizzerà un workshop per esperti esterni come un caso di valutazione il concetto di versione EPICS. A tal fine invitiamo 5 esperti.
3. Pieno gruppo test riunione (la riunione del Core-gruppo e il portale di design di Madrid (ES)

WP5: Qualità

Il programma di lavoro del progetto comprende un piano di valutazione. Questo, per monitorare e valutare i progressi verso gli obiettivi fissati nell'ambito del progetto.
Il coordinatore del progetto seguirà da vicino l'evoluzione del progetto sotto il profilo finanziario, nonché l'attuazione del progetto stesso. L'attuazione e i risultati del progetto saranno valutati da un gruppo di valutazione interno composto da George Ubachs (EADTU), Janerik Lundquist (NSHU) e Christine Cathrow (OUUK).
Il gruppo interno di valutazione si riunisce 3 volte: una volta per preparare la procedura di valutazione e impostare gli indicatori, una volta per preparare la relazione intermedia e un’ ultima volta per discutere della relazione finale. Particolare attenzione sarà rivolta all'inclusione del progetto E-xcellence nei quadri istituzionali.
Separatamente alla valutazione interna, una valutazione esterna sarà organizzata da George Ubachs (EADTU)e Koen Delare di EDUSER (www.eduser.eu), nostro esperto esterno con competenze specifiche nella valutazione del progetto. EDUSER ha un contratto di servizio con la Commissione europea (Rete UNICA - Consorzio Leader) per l'organizzazione di un seminario di formazione a Vienna sul tema della formazione permanente per esperti di Bologna, e si occupa di ICT a sostegno della mobilità fisica.
La valutazione sullo stato di attuazione del progetto si concentrerà principalmente sulla trasferibilità e sull'applicabilità.
EADTU si incontreranno con il gruppo di valutazione esterne attraverso i Flash Meeting per discutere sulle procedure di valutazione dei prodotti finali. L'esperto esterno avrà il compito di esprimersi sulla valutazione del progetto attraverso tre fasi di procedimento:

  • relazione intermedia sulla strategia di sviluppo i prodotti finali
  • commenti sui prodotti in fase di sviluppo
  • valutazione finale dei prodotti finali

Le attività di valutazione riguarderanno tra l'altro, anche i seguenti fattori di successo:
- Rapporti e studi pubblicati
- Gruppi di destinatari
- Copertura geografica
- Una maggiore accessibilità e attrattiva
- Numero di istituzioni coinvolte
- Numero di corsi aggiunti al database di EPICS
- Numero di corsi selezionati dalle università di estendere i loro programmi
- Numero di studenti interessati ai corsi offerti da EPICS
- La sostenibilità dello strumento di EPICS
- Giudizio generale sul valore del portale, sui corsi e servizi

Accanto alla valutazione interna ed esterna abbiamo in programma un workshop di esperti invitati.
Questo seminario è previsto come fase di sperimentazione in fase di sviluppo degli strumenti riguardanti il WP4. Questo workshop si concentrerà sui contenuti, sui servizi e sulla facilità d'uso, ecc nonché sulla completezza degli effettivi strumenti di EPICS utilizzati da parte del pubblico.


WP6: Disseminazione

La co-leadership tra EADTU e EUROPACE ci permetterà di organizzare una vasta ed efficace opera di divulgazione e di promozione. Useremo una dettagliata promozione e un efficace piano di pubblicazione per informare e coinvolgere direttamente e indirettamente le persone interessate. La promozione e il piano di diffusione sono una panoramica delle attività di sostegno della comunicazione per accrescere la consapevolezza e l'interesse per il progetto.
Le categorie di attività in questa rubrica sono:

  • Comunicazione dai partner; tutti i partner sono responsabili per la comunicazione dei progressi e dei risultati del progetto pertinenti a livello locale, nazionale e internazionale
  • Web-based di comunicazione, un web-based portale sarà istituito e promosso dal segretariato EADTU-EUROPACE e delle organizzazioni partner, al fine di informare un vasto pubblico sugli sviluppi del progetto.
  • Pubblicazioni; Sono previsti una vasta gamma di pubblicazioni a livello europeo da EADTU EUROPACE
  • Invii attraverso ampie basi di dati; uno dei principali obiettivi di EADTU e EUROPACE è quello di informare la comunità. EADTU utilizza per questo scopo una banca dati di circa 7000 contatti nella comunità.
  • Conferenze:europee e mondiali saranno utilizzati come promozione del progetto e dei suoi risultati,
    Diverse conferenze ed eventi sono previsti come opportunità promozionali per il progetto.
    La Conferenza annuale EADTU nel settembre 2008 in Poitiers (F), sarà un'ottima occasione per il progetto di diffondere le sue intenzioni al pubblico presente al kick off. In particolare per quanto riguarda il campo di applicazione della Conferenza di Poitiers sotto la Presidenza UE francese è deciso un aperto e flessibile metodo di apprendimento nel campo dell'istruzione superiore: ” "rete di insegnamento e di apprendimento in una società della conoscenza”.

Dal 7-10 giugno 2009 EADTU sarà il co-organizzatore della conferenza di Maastricht, l'organizzazione mondiale nella formazione a distanza ICDE (Consiglio internazionale per l'istruzione aperta e a distanza). Questa sarà un'ottima occasione per promuovere i risultati del primo anno su questa piattaforma mondo dell'istruzione. ICDE ha 140 membri provenienti da diversi paesi del mondo, in rappresentanza di tutti i continenti. Ci aspettiamo circa 1000 persone che frequentano il nostro mondo conferenza nel 2009.


EPICS - Partners description

EADTU - European Association of Distance Teaching Universities (NL - Paesi Bassi)

L’EADTU è l’associazione maggiormente rappresentativa in Europa di educazione a distanza e e-learning. La sua base di associati conta attualmente 25 membri e comprende università e consorzio prestigiosi, dedicati alla formazione permanente flessibile e aperta e consorzi di oltre ventuno diversi paesi, che si rivolgono a gruppi target fuori sede con una qualità accreditata. Sono membri dell’EADTU università dedicate a gruppi target fuori sede, che utilizzano metodi di educazione a distanza e orientamento allo studio sistemico, per la maggior parte in centri di studio regionali e come organizzazioni comprendenti consorzi universitari con studenti in sede, ma danno priorità anche all’offerta di corsi di studio a studenti fuori sede. La struttura europea dell’EADTU è estensiva e fa leva su rapporti diretti con funzionari accademici a livello locale. L’EADTU ha la leadership effettiva. Nel corso degli ultimi anni l’EADTU ha assunto il ruolo di coordinamento e valorizzazione di diversi progetti europei. La rete EADTU è eccellente per raggiungere tale fine: copre l’Unione Europea e molti paesi dell’Europa Centro-Orientale (CEEC). L’EADTU ha assunto il ruolo trans-nazionale di promozione dell’Apprendimento Aperto e Flessibile (Lifelong Open and Flexible - LOF) e ha rafforzato programmi di formazione continua, e-learning, controllo qualità e processi di accreditamento.
Progetti: CBVE, EPICS, USBM, OER-HE
 
EADTU, European Association of Distance Teaching Universities
Valkenburgerweg 177
6419 AT Heerlen
the Netherlands
 

EuroPACE international non-profit association (BE - Belgio)

EuroPACE ivzw is a European non-profit association of universities, higher education institutions, education and training organisations and their networks. Approximately 25 member organisations participate in this network. Furthermore EuroPACE has strategic partnerships with other national and international initiatives (associations, thematic networks, NGO’s and corporate institutions).The main aim of EuroPACE is to foster collaboration in e-learning. EuroPACE demonstrates and develops the potential of technologies for the European university of the future and thus contributes materially towards the concept of lifelong learning & the creation of a Virtual University for Europe. Main interests are innovation in education, new educational technologies, virtual mobility, quality in eLearning, eLearning competences and skills. EuroPACE has a long history in research and development in technology-supported teaching and learning, as well as in the co-ordination of international research projects. EuroPACE can draw on its member network in the development and evaluation of novel educational technologies and models. Furthermore, as a network organisation that has strategic partnerships with other associations and networks, EuroPACE is particularly suitable to disseminate and relay the information resulting from this project to the education and training community more in general.Through several IST, eTen and DGEAC projects, EuroPACE has provided education providers and corporate organisations advice on how to make the transition towards a technology enhanced learning and training context. This includes the design, development and/or delivery of eLearning courses and the development of long term strategies, concepts and models for ODL in education environments.
Progetti: EPICS, Re.ViCa
 
EuroPACE ivzw
Kapeldreef, 62
3001 Heverlee
Belgium
 

NSHU - Swedish Agency for Networks and Cooperation in Higher Education Sweden (SE - Svezia)

 
NSHU is a national agency with the purpose to support all higher education institutions in Sweden with developing their education. The Agency has also a special responsibility for the Swedish Net University (a co-operation between 35 universities in Sweden). NSHU act as a promoter and clearing house for the more than 2000 courses/100 programs with 70 000 students given as IT-supported distance education by the Universities. NSHU funds national and regional projects in ICT, pedagogical development and widening participation. NSHU also support networks for flexible study guidance, web based library support, ICT-councellors etc. economically and technically.
Progetti: EPICS
 
NSHU - Swedish Agency for Networks and Cooperation in Higher Education Sweden
Brunnshusgaten 6
87133 Härnösand
Sweden
 

OUNL - Open Universiteit Nederland (NL - Paesi Bassi)

 
 
Open Universiteit Nederland develops, provides and promotes innovative distance education of academic quality, in collaboration with other institutions of higher education. As the prime Dutch university for lifelong learning, it addresses the wide-ranging needs of people during their course of life, plus the need to achieve a considerable increase of the knowledge level of the community at large. Open Universiteit Nederland seeks to be an institution that is strongly anchored in the Dutch higher education system through its educational, research and innovation activities, and that also operates successfully in the field of lifelong learning. It is a pioneer in open higher distance education and a leader in educational innovation, both in the Netherlands and internationally.
Open Universiteit Nederland acts de facto and de jure also as the open university for the Flemish speaking part of Belgium, the regions Flanders and Brussels.
Key figures for Open Universiteit Nederland (2005): staff: 732; budget: 61.4 million euro; 6 bachelor and 13 master programmes; 270 academic courses; active students: 18474; female: 51 %; age above 36: 57 %; students with fulltime jobs: 44 %; students following an academic programme: 35 %; students studying in Dutch study centres: 89 %; students studying Belgian study centres: 11 %. Course certificates: 24223; academic certificates 463.
Progetti: EPICS, USBM, OER-HE
 
OUNL - Open Universiteit Nederland
Valkenburgerweg 177
6419 AT Heerlen
the Netherlands
 

UNED - Universidad Nacional de Educación a Distancia (ES – Spagna)


L’UNED è stata istituita nel 1972. Si tratta di un’università spagnola istituita dal Governo Spagnolo. L’UNED offre una accesso preferenziale all’università e alla formazione avanzata per tutti coloro che, benché in grado di proseguire studi superiori, non possono frequentare corsi in presenza per motivi di lavoro, finanziari, logistici e simili. L’UNED applica le tecniche e l’esperienza della formazione a distanza e innova tramite nuovi modelli educativi con l’obiettivo di rivolgersi a studenti e università e istituzioni con cui intrattiene rapporti di collaborazione. L’UNED attua e sviluppa programmi di formazione avanzata e di aggiornamento culturale e professionale. I corsi dell’UNED sono erogati a distanza per gli studenti di tutto il mondo. Tra i centri all’estero ci sono: Argentina, Belgio, Brasile, Guinea Equatoriale, Giappone, Marocco, e Stati Uniti. L’UNED ha oltre 180.000 studenti iscritti negli anni 2003-2004. Oggi l’UNED offre corsi universitari in 22 diversi campi come le scienze umane, le scienze sociali, la fisica, la matematica, la chimica, l’ingegneria e l’informatica. Gli studi universitari sono integrati da studi post-universitari e di dottorato. L’UNED offre anche corsi post-laurea come Master e corsi di specializzazione per coloro che hanno terminato i corsi universitari e vogliono continuare a studiare (cioè formazione permanente). L’UNED coopera e collabora attivamente con istituzioni importanti al livello internazionale come: The Global Development Learning Network (Institute of the World Bank), Organization of American States (OAS), Inter-American Development Bank (IDB), e Ibero-American Association of Higher Open and Distance Learning (AIESAD). Inoltre, l’UNED è attivamente coinvolto in progetti di R&S finanziati dalla Commissione Europea (CE).
Progetti: CBVE, EPICS, USBM, OER-HE
 
UNED - Universidad Nacional de Educación a Distancia
C/Bravo Murillo, 38
C.P. 28015 Madrid
Spain
 

OUUK - Open University (UK - Gran Bretagna)

 
The Open University (OU) is Europe’s largest Higher Education Institution. It offers high quality university level education to people based in all countries of the EU and through partnerships, in all continents of the world. The OU supports 5,500 students across continental Western Europe and has a network of 13 country coordinators in major cities across Europe. Through open and distance learning the OU is able to reach people who would otherwise find it difficult to study and train further, but increasingly is teaching younger students who can no longer study at traditional universities, and prefer to combine work with their studies. The flexibility of the Supported Open Learning programme has also encouraged increasing participation from disabled and minority groups.   The OU’s mission is to be ‘open to people, places, methods and ideas’, and has an established Equal Opportunities Policy.
Progetti: EPICS, USBM, OER-HE
 
OUUK - Open University
Eldon House, Regent Centre, Gosforth
NE3 3PW Newcastle Upon Tyne
United Kingdom
 

EITF - Estonian Information Technology Foundation - Tallinn University (EE - Estonia)

L’Università di Tallin è nata dalla fusione di diverse università e istituti di ricerca di Tallin e attualmente consta di 6 facoltà (Belle Arti, Scienze dell’Educazione, Educazione Fisica, Filologia, Matematica e Scienze Naturali, Scienze Sociali), di due istituti accademici (l’Istituto di Storia, l’Istituto Estone di Umaninstica), la Baltic Film and Media School, oltre a 4 istituti di ricerca (Institute of Estonian Demography, Institute of Ecology, Institute of Educational Research, Institute of International and Social Studies) e due collegi regionali. I punti di forza risiedono nel settore delle scienze umanistiche e delle scienze sociali e una componente forte e in costante crescita di scienze esatte e naturali, oltre a una notevole tradizione di formazione del personale docente e di ricerca in campo educativo. Attualmente l’università è quella che presenta un il maggiore ritmo di crescita del paese. L’università opera nell’ambito dell’Estonian Information Technology Foundation (EITF): un’organizzazione fondata dalla Repubblica dell’Estonia, dalla Tartu University, dalla Tallinn Technical University, dalla Eesti Telekom e dall’Association of Estonian Information Technology and Telecommunications Companies. L’EITF promuove la formazione di specialisti informatici altamente qualificati e lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione in Estonia. A tale scopo la Fondazione crea e gestisce l’Estonian IT College e gestisce il National Support Program for ICT in Higher Education "Tiger University." L’EITF lavora in stretta collaborazione con le università e le società informatiche e di telecomunicazione.
Progetti: CBVE, EPICS
 
EITF - Estonian Information Technology Foundation - Tallinn University
Narva mnt. 25,
10120 Tallinn
Estonia
 

Uab - Universidade Aberta (PT - Portogallo)

 
Since its foundation, in 1988, Universidade Aberta, the vocation of which is to teach large and geographically disperse audiences, has given new opportunities for higher education training around the world. Universidade Aberta, as a pioneer institution in distance higher education in Portugal and the main national centre of expertise, in the area, developed the know-how that allows it to be the biggest provider of on-line courses in the country. UAb has some considerable expertise on the field of Virtual Mobility based on its participation in the NetActice project and EduContact, among others.
Progetti: EPICS, USBM, OER-HE
 
Uab - Universidade Aberta
Rua Escola Politécnica, 147
1269-001 Lisbona
Portogallo
website: http://www.univ-ab.pt
 

AU - Anadolu University (TR - Turchia)


Anadolu University (AU) is a pioneer institution to solve educational problems in Turkey at a distance since 1982. AU also serves Turkish citizens living in the EU member states. The open education system offers 27 associate and bachelor degree programs. Today, 44 % of the overall on and off campus Turkish higher education students are enrolled at AU’s distance learning system.  Teaching materials are designed and prepared with the self-study format. e-Learning portal is composed of e-Practice, e-Book, e-Television, e-Exam, e-Mentoring (a/synchronous) and e-Audio Book components. Lifelong learning is one of the priorities of AU and distance education is considered as a medium to provide lifelong learning to various groups via e-Certificate Programs (17 programs in Accounting, Marketing, Entrepreneurship, Finance), Second University, Turkish Language Program, Occupational Training Programs (programs for the Gendarmerie, Police Force, the armed forces, teachers in public schools and some personnel working at the Ministry of Justice), and Yunus Emre open courseware, disseminating the contents of the distance courses. 
Progetti: EPICS, OER-HE
 
AU - Anadolu University
Anadolu Universitesi Acikogretim Fakultesi Dekanligi Yunus Emre Kampusu
26470 Eskisehir
Turchia
website: http://www.anadolu.edu.tr

FS - Zentrum for Fernstudien Schweiz -  Formation Universitaire à Distance Suisse (CH - Svizzera)


The Institute for Research in Open-, Distance- and eLearning was founded in 2005 by the Distance University of Applied Sciences Switzerland and the Distance Learning University Switzerland. It forms the interface between pedagogical requests and the requirements of media and information technology.The basis of our research and service activities is the concept of the didactical tetrahedron. This concept shows that Blended Learning and Distance Learning have to be seen as an interaction of the four elements: teacher, learner, content and communities. We use quantitative as well as qualitative research-methods like interviews, expert- and online-enquiries, field-observations and document analysis.
Progetti: EPICS

Sede centrale

Corso Vittorio Emanuele II, 39
00186 Roma - ITALIA
C.F.: 97394340588
P.IVA: 13937651001

Posta certificata

info@pec.uninettunouniversity.net

Segreteria Studenti

Numero verde: 800 333 647
tel: +39 06 692076.70 (1)
e-mail: info@uninettunouniversity.net

Videoconferenza

Biblioteca 1^ piano: 90.147.90.157
Sala Riunioni 5^ piano: 90.147.90.158

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Lasciaci i tuoi dati


Richiedi informazioni